Wakesurf Mania Italia: 5 luoghi giusti per saltare sull’onda - Oj Eventi

Wakesurf Mania Italia: 5 luoghi giusti per saltare sull’onda

Wakesurf

Il wakesurf, e il suo fratello quasi gemello wakeboard, da qualche anno hanno conquistato il settore dei giochi e passatempi estivi. Si tratta di un nuovo modo di surfare per riuscire a prendere l’onda pur non avendo a disposizione i cavalloni oceanici. Per fare wakesurf infatti si potrà sfruttare il traino di un natante a motore, piuttosto che un complesso di cavi e carrucole scorrevoli. Grazie a queste alternative è stato possibile accedere a queste discipline anche dove non ci sono onde, come nel laghi o nei mari più calmi.

In Italia ci sono diverse strutture e luoghi balneari che consentono di praticare questi sport durante la bella stagione. Questo perché negli anni sempre più persone hanno iniziato ad avvicinarsi a queste discipline acquatiche.

Se anche tu stai pensando di imbracciare la tavola e tuffarti nel divertimento abbiamo preparato tutto quello che devi sapere per fare wakesurf in italia.

Cos’è il wakesurf

Immagina di essere in equilibrio sull’onda, con il vento tra i capelli, come se fossi alle Hawaii, ma in realtà sei a pochi chilometri da casa, questo è il wakesurf.

La disciplina del wakeboarding è nata tra la fine degli anni 70 e l’inizio degli anni 80 con il nome di “skurfing o “ski-boarding” negli States.
In questi anni gli sport da tavola hanno visto un’esplosione incredibile, come testimoniano discipline come lo skateboarding e lo snowboarding.

Mancava quindi un’alternativa per slittare sulle superfici acquatiche che non erano mosse dalle onde. Così si è deciso di unire lo sci nautico al surf, adattando le misure e le forme per essere più adatte a seguire le scie delle barche.

La differenza essenziale tra wakesurfing e wakeboarding è nella modalità di riding e nel tipo di tavola utilizzata.

Il Wakesurfing si pratica con una tavola che consente la libertà dei piedi, come nel surf, mentre il wakeboarding si fa con una simile a quella da snowboard. La prima soluzione concede una migliore mobilità e controllo, permettendo di eseguire più acrobazie e rimanere in onda dietro la barca anche senza appiglio. Ovviamente richiede anche maggiori capacità, visto che la tavola è libera e tenderà a scivolare via.

Quanto costa imparare a fare wakeboard

Se stai pensando di iniziare a praticare wakesurf o wakeboard, una delle problematiche che potrebbe frenarti potrebbe essere la difficoltà di imparare.
In realtà non occorrono grandi abilità per riuscire a “stare in piedi”, di solito bastano una decina di minuti per vedere i primi risultati.
Certo non sarà altrettanto semplice imparare a esibirsi in trick ed evoluzioni, ma come prima volta sarà sicuramente divertente e coinvolgente.

Se poi scoprirai una nuova passione, allora sì che potrai fare sul serio, continuando e migliorando.

Le strutture che propongono questo servizio solitamente fanno precedere alla sessione di surfing un’introduzione e una prima lezione accelerata, per muovere i primi passi sulle onde.

Di solito durano dai 30 ai 60 minuti, dove vengono anche spiegate le norme di sicurezza e presentati i dispositivi di protezione. I prezzi variano dai 30 ai 50 Euro solitamente, compreso anche il noleggio della tavola.

Dove fare wakesurf in Italia

In Italia sono parecchi i luoghi dove intrattenersi con wakesurf e wakeboard nei weekend o anche durante la settimana. Ogni anno sempre più associazioni e stabilimenti balneari incrementano la loro offerta turistica con questo genere di proposte.

Nelle località marittime soprattutto è facile trovare questo genere di attività nei centri già aibiti allo sci nautico o al noleggio di moto d’acqua. Quindi se stai pensando di unire il wakesurf a una giornata al mare non ti sarà difficile trovare una soluzione.

Se invece ti viene più comodo arrivare in zone più interne, magari dove sono presenti dei laghi, avrai comunque occasione di provare questa esperienza.

Ti basterà trovare dei centri attrezzati e qualificati per questo genere di sport da tavola. Questi solitamente sono dotati di imbarcazioni con cui trainare i surfisti, oppure di un sistema di carrucole e cavi a cui appendersi per essere trascinati lungo percorsi appositi.

Wakeboard all’idroscalo di Milano

L’idroscalo è conosciuto anche come “mare di Milano” e da qualche anno sta assistendo a una continua crescita. Tanto da diventare una delle mete estive cittadine preferite dai milanesi. All’idroscalo è possibile sia fare cablewakeboarding che provare moltissime altre attrazioni nel centro wakeboard più grande d’Italia. Sicuramente una delle mete più comode, vista la vicinanza alla città di Milano, che praticamente consente di arrivarci direttamente in metro dalla stazione Centrale.

Wakesurf sul lago di Como

Lago di Como è sinonimo di gioventù e divertimento, questa nomea non si smentisce nemmeno quando si parla di wakesurf. Sui suoi rami operano diverse realtà che offrono il servizio di noleggio tavole e imbarcazioni per gli appassionati o i curiosi. Blevio, Colico, Abbadia sono solo alcuni dei comuni dove si possono trovare centri per fare wakeboarding, riscuotendo anche un notevole successo. Motivo per cui è sempre meglio prima prenotare se si vuole fare una prova.

Prendi l’onda a Settimo Torinese

Anche dalle parti di Torino il wakesurf tira forte. D’altronde il capoluogo piemontese è sempre stato legato all’acqua e agli sporti acquatici, come testimonia la lunga tradizione dei canottieri degli imbarchini del Po. Dalle parti di Settimo Torinese ci sono due piccoli laghetti, circondati da un centro attrezzato, che rappresenta uno dei poli d’attrazione maggiori del Piemonte. Anche in questo caso si potrà iniziare a surfare grazie a un sistema di carrucole trainanti. Se poi si prende coraggio, i più coraggiosi e abili potranno provare ad affrontare il percorso a ostacoli.

Wakesurf sul lago di Garda

Il lago di Garda ha ormai raggiunto a pieno diritto la nomina di maggiore località turistica italiana, non solo per il turismo nostrano, ma per quello mondiale. Sapendo unire natura, cultura, divertimento e relax, il lago più grande d’Italia riesce a offrire ogni genere di attrazione, non fa eccezione il wakesurfing.

Fare wakesurf sul lago di Garda con OJ Eventi è un’esperienza unica, emozionante. Il divertimento di questo sport da tavola, unita alla bellezza cristallina delle acque gardensi sembrerà un sogno ad occhi aperti.

Scopri le nostre esperienze

Emilia Romagna on board

La Romagna è un’altra delle regioni sinonimo del divertimento in Italia e anche all’appello del wakesurfing risponde “Presente!”. Ovviamente si potrebbe pensare, in Romagna c’è il mare, ovviamente si troveranno posti per fare wakeboard o wakesurf. Invece vi stupirà sapere che il centro più importante in Emilia Romagna per queste discipline si trova in mezzo alle campagne di Ravenna. Se si vuole respirare il vero clima e le vibes del surfing non c’è posto migliore di un luogo dove vengono disputate le competizioni internazionali.

Vuoi venire a fare wakesurf con noi? Conoscevi questo sport da tavola? Faccelo sapere nei commenti!

Articolo di Renato Sarlo

Iscriviti per ricevere news

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza