Target audience: cos’è e perché è importante - Oj Eventi

Target audience: cos’è e perché è importante

target audience

Target audience: cos’è e perché è importante

 

target audience

Con termine target audience si fa riferimento a un gruppo di persone con interessi, caratteristiche e bisogni in comune, che costituisce il pubblico di riferimento di un’azienda. Si tratta dei potenziali clienti di un’impresa, ovvero le persone che sono maggiormente in linea con i suoi obiettivi e che hanno una maggiore probabilità di usufruire dei prodotti o servizi da essa offerti. Il target audience rappresenta il gruppo di persone a cui sono indirizzati i messaggi di un brand. L’individuazione del pubblico di riferimento rappresenta un passaggio fondamentale nella costruzione di un business, perché permette di creare una strategia di marketing mirata e specifica e di raggiungere un maggior numero di consumatori. Ma vediamo nello specifico quali sono i suoi vantaggi…

Perché è importante individuare il target audience

Avere un’idea chiara delle persone a cui indirizzare i propri prodotti e la propria comunicazione può risultare molto vantaggioso per un’azienda. Se si considera che i consumatori hanno esigenze e interessi molto diversi l’uno dall’altro, appare evidente che bisogna strutturare la propria campagna di marketing in modo da rivolgerla a una specifica fetta di popolazione. Così facendo, l’azienda riuscirà ad andare incontro ai suoi potenziali clienti, evitando di sprecare tempo ed energie con chi non è interessato ai suoi prodotti. Una comunicazione troppo ampia e generica risulta, infatti, meno efficace rispetto a una diretta e mirata e potrebbe comportare all’impresa uno spreco di tempo e di denaro. È necessario quindi che il primo passo nella costruzione di una strategia sia quello di chiarire quale sia il pubblico di riferimento.

I vantaggi

Tra i vantaggi che comporta definire il target audience vi è la possibilità di:

  • Personalizzare la propria comunicazione: Individuando delle specifiche persone a cui rivolgere la propria comunicazione, si avrà l’occasione di rendere più efficaci i propri messaggi, personalizzandoli. Ad esempio, un albergo che indirizza la propria comunicazione alle famiglie, punterà sulla promozione delle aree giochi dedicate ai bambini, dei Mini Club con animazione, delle camere spaziose, della piscina o del menù per bambini al ristorante. Un albergo che, invece, si rivolge maggiormente alle persone che viaggiano per lavoro, porrà l’attenzione sulla sala conferenze, la colazione inclusa, la connessione internet veloce, il check in semplice, la tranquillità e il silenzio.
  • Scegliere i giusti canali di comunicazione: Per veicolare i messaggi in maniera efficace, è necessario utilizzare i giusti strumenti di comunicazione e i media più adatti. Se il target audience di un brand è costituito da persone mature, Facebook sarà il social network più adatto a raggiungerli. Se, invece, si ha a che fare con dei ragazzi, Instagram e Tik Tok saranno la scelta più opportuna. L’analisi del pubblico di riferimento, in questo caso, permetterà di concentrare i propri investimenti solo sui media più utili e di investire al meglio il proprio tempo.
  • Rendere più fruibile il proprio sito: Conoscere le abitudini del proprio target di riferimento permette anche di capire quali sono le loro abitudini di navigazione. Se, ad esempio, le persone a cui un’azienda si rivolge utilizzano principalmente lo smartphone per navigare online, il sito web aziendale dovrà essere adattato per essere fruibile anche dai dispositivi mobili.
  • Tenere d’occhio i competitors: Focalizzare la propria attenzione su una piccola fetta di consumatori, consentirà a un’impresa di monitorare facilmente i propri concorrenti. Gli investimenti potranno essere concentrati sulla creazione di strategie che possano offrire un effettivo vantaggio competitivo.
  • Fare degli investimenti più consapevoli: creare delle strategie di marketing senza prima definire uno specifico target può comportare una perdita di tempo e di denaro. Occorre invece trovare il proprio segmento di mercato e investire solo su quello, in modo da riuscire a raggiungere le persone che possono realmente essere interessate ai prodotti o servizi offerti dalla propria azienda. Tralasciare la parte di pubblico non in linea con i propri obiettivi permetterà a un brand di concentrare la propria strategia sulla conquista dei potenziali clienti e sulla fidelizzazione di quelli esistenti.

Come definire il proprio target audience

Per definire il proprio target audience è necessario analizzare diversi fattori. Ad esempio i clienti attuali, gli obiettivi dell’azienda e i prodotti e i servizi offerti. Poi, si potrà individuare il profilo della buyer persona ideale, ovvero il prototipo del potenziale cliente dell’azienda. A questo scopo sarà utile porsi alcune domande per definirne le caratteristiche, come ad esempio:

  1. Quali sono i suoi dati demografici (il genere, l’età, la provenienza)?
  2. Le abitudini di comportamento?
  3. I suoi bisogni da soddisfare?
  4. Quali sono i problemi più urgenti?
  5. Cosa lo spinge ad acquistare e come prende le sue decisioni d’acquisto?
  6. Di quali informazioni ha bisogno prima di acquistare qualcosa?
  7. A chi si rivolge per ottenere queste informazioni?

Una volta creato il profilo del cliente ideale, bisogna chiedersi in che modo i prodotti e i servizi offerti dalla propria azienda possano soddisfare i bisogni individuati. Bisogna quindi capire se la propria azienda può andare incontro alle esigenze del pubblico di riferimento. Se sì, individuare i vantaggi competitivi che differenziano il proprio brand dagli altri.

Una volta che ci si è adattati al proprio target audience, è comunque necessario analizzarlo nuovamente in futuro. Perché il pubblico di riferimento potrebbe cambiare col tempo o con l’introduzione di nuovi prodotti e servizi.

Facebook Audience Insight

Uno strumento utile all’individuazione del target audience della propria azienda è fornito dal social network Facebook e si chiama Facebook Audience Insight. Si tratta di un tool che dà la possibilità di definire le caratteristiche demografiche e comportamentali del proprio pubblico. Si può infatti scegliere quale gruppo di persone andare ad analizzare. Tra tre opzioni: tutti gli utenti di Facebook, le persone collegate alla pagina aziendale o segmenti di pubblico personalizzati. Una volta effettuata la scelta, si possono definire diverse caratteristiche, tra cui il luogo di provenienza, età e genere, connessioni, interessi o pagine seguite.

Non ti resta che analizzare il target audience della tua azienda e preparare una strategia di marketing efficace!

Conoscevi già il target audience? Eri al corrente dei suoi vantaggi? Se hai un’azienda, conosci il tuo pubblico di riferimento? O hai intenzione di individuarlo? Scrivilo nei commenti.

Articolo di Ilaria Tortorici

Iscriviti per ricevere news

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza