Skyway Monte Bianco: dalla terra al cielo in una giravolta - Oj Eventi

Skyway Monte Bianco: dalla terra al cielo in una giravolta

skyway

Skyway Monte Bianco: dalla terra al cielo in una giravolta

 

skyway

Se pensate che Skyway Monte Bianco sia una semplice funivia vi sbagliate! Questa opera di alta ingegneria interamente italiana è stata pensata per realizzare un sogno: avvicinare l’uomo al cielo. La Skyway Monte Bianco si trova in Valle d’Aosta e permette di raggiungere quasi la vetta del Monte Bianco, trasportando i passeggeri a 3466 metri di quota. Considerato il tetto d’Europa, il Monte Bianco è la montagna più alta d’Italia con i suoi 4808 metri di altezza. Si trova nelle Alpi nord-occidentali e le sue cime segnano il confine con la Francia. Se fino al 2015 le sue vette erano riservate ai professionisti della montagna, oggi grazie alla Skyway Monte Bianco è possibile per tutti salire in quota e letteralmente toccare il cielo con un dito.

La Skyway Monte Bianco

La Skyway Monte Bianco è stata inaugurata il 30 maggio 2015, dopo 4 anni di intensi lavori. L’impianto ha preso il posto della vecchia Funivia dei Ghiacciai che risaliva agli anni ’40. Progettata dall’ingegnere Dino Lora Totino, fu aperta al pubblico nel 1947 ed è sempre rimasta in funzione assicurando il collegamento tra Courmayeur e Chamonix, località francese di confine. La Skyway Monte Bianco è stata realizzata con materiali come acciaio, alluminio, vetro e titanio. Copre una lunghezza di 4500 metri con 2137 metri di dislivello e la velocità è di 9 metri al secondo. Il percorso è diviso in due tratte, che sono collegate tramite 3 stazioni: Courmayeur, Pavillon e Punta Helbronner.

Ogni stazione è stata creata per adattarsi alla posizione in cui si trova e alla funzione a cui deve assolvere. Ad esempio, la stazione di Courmayeur è a forma di onda, leggera e sicura, in grado di resistere a valanghe e forte vento. L’impianto di risalita conta 4 cabine, che hanno la particolarità di ruotare su se stesse di 360° mentre compiono la salita. La funivia parte ogni 15 minuti e il viaggio dura solo 20 minuti. Il tempo di una giravolta e si arriva alla stazione di Punta Helbronner, il punto più basso del cielo.

Skyway a Courmayeur

La partenza della Skyway Monte Bianco si trova a Courmayeur, nota località sciistica della regione Valle d’Aosta. Courmayeur è l’ultimo paese italiano che si incontra prima di imboccare il traforo del Monte Bianco, che collega l’Italia alla Francia. Il paese conta poco più di 2700 abitanti, ma sia nella stagione invernale sia in quella estiva si riempie di turisti che vi organizzano la propria vacanza. Courmayeur è infatti una delle mete più gettonate per gli appassionati degli sport invernali e dell’escursionismo.

Oltre alla Skyway, a Courmayeur si possono trovare altri 18 impianti di risalita e quasi 100 km di piste da sci. Gli amanti del benessere e del relax troveranno anche un centro termale, situato nel comune confinante di Pré Saint Didier. Nella struttura sono presenti piscine e vasche sensoriali in legno e pietra, alimentate dall’acqua che sgorga dal cuore della montagna a una temperatura di 36°. La stazione della Skyway di Courmayeur si trova poco fuori dal centro abitato a 1300 metri di quota. È fornita di un ampio parcheggio, anche per autobus, di un deposito bagagli e di bar e ristoranti. Qui si trova anche la biglietteria per acquistare il pass di andata e ritorno per la funivia. Il biglietto costa 52€, ma sicuramente vale l’esperienza. Con un viaggio di soli 10 minuti si arriva alla stazione intermedia di Pavillon.

La stazione intermedia di Pavillon

La stazione intermedia di Pavillon è stata soprannominata The Mountain e si trova a 2173 metri di altitudine. Una volta scesi dalla cabina della funivia troverete ad accogliervi una struttura futuristica a forma di occhio, realizzata con ampie vetrate per offrire una spettacolare vista sul Monte Bianco e sulla Val Veny. Qui si trova il ristorante Alpino, che a pranzo propone un buffet firmato dallo chef stellato Agostino Buillas, a base di piatti tipici della tradizione valdostana rivisitati in chiave gourmet. Potrete assaggiare il bollito di manzo valdostano, accompagnato da patate di montagna in salsa verde, oppure la polenta di mais integrale macinato a pietra.

Ad accompagnare la degustazione il ristorante offre un’ampia selezione di vini, tra cui quelli prodotti dalla cantina Cave Mont Blanc, che sperimenta la vinificazione ad alta quota di spumante a Metodo Classico, producendo annualmente solo cento bottiglie magnum. All’interno della struttura è presente anche una sala cinema, che può essere riservata per eventi privati e un museo, l’Hangar 2173, che racconta la storia della funivia dagli anni ‘40 fino ai giorni nostri. Uscendo dalla stazione è possibile trovare una terrazza con solarium e un giardino botanico con più di 900 specie di piante provenienti da tutte le parti del mondo. In inverno viene allestito anche un Campo ciaspole, dove è possibile passeggiare sulla neve.

Punta Helbronner: il punto più basso del cielo

Con un secondo viaggio di 10 minuti si raggiungono i 3466 metri di quota, dove si trova la stazione finale di Punta Helbronner, chiamata The Sky. La struttura è formata da 4 livelli e offre una terrazza circolare con una spettacolare vista a 360° sul panorama circostante. Per vivere una vera esperienza immersiva è stata creata la stanza Sky Vertigo, con pavimento di vetro trasparente che dà la sensazione di camminare nel vuoto. Anche qui è presente un punto di ristoro, il Bistrot Panoramic, che offre colazioni e spuntini. All’interno della struttura si trovano anche una libreria, la più alta d’Europa, e una mostra dedicata ai cristalli del Monte Bianco.

Da Punta Helbronner è possibile raggiungere, tramite un ascensore, il Rifugio Torino, punto di partenza per le escursioni sul ghiacciaio del Colle del Gigante. Il rifugio può ospitare fino a 160 persone in ampie camerate con letti a castello, ma per chi è in cerca di un’esperienza romantica è stata creata anche una camera doppia arredata in stile alpino, per trascorrere una notte indimenticabile a più di 3000 metri di quota.

Sei mai stato sulla Skyway Monte Bianco? Raccontaci nei commenti la tua esperienza.

Articolo di Antonella Macchi

Iscriviti per ricevere news

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza