Santuario della Madonna di Lourdes, un luogo magico - Oj Eventi

Santuario della Madonna di Lourdes, un luogo magico

Santuario della Madonna di Lourdes

Santuario della Madonna di Lourdes, un luogo magico

Santuario della Madonna di Lourdes

Santuario della Madonna di Lourdes

Il Santuario della Madonna di Lourdes si trova a Verona, precisamente sul colle San Leonardo. Si tratta di un posto assolutamente da visitare per chiunque voglia trascorrere qualche giornata nella splendida città veneta. Questo complesso rappresenta infatti uno dei santuari più belli della nostra nazione. Oltre che un luogo di preghiera per tanti pellegrini di varia provenienza, si tratta di un posto di enorme bellezza e fascino. Da qui è possibile tra l’altro godere di una vista e di un panorama mozzafiato. Andiamo a vedere insieme la storia e le caratteristiche di uno dei monumenti più belli e importanti della città di Verona.

 

Santuario della Madonna di Lourdes, la storia

Il Santuario si trova come detto sul colle San Leonardo di Verona. Il nome del colle deriva dall’antico monastero che era dedicato al protettore dei carcerati. Verso la fine del Settecento ci fu la vendita del complesso. Intorno al 1838 si costruì il forte San Leonardo su volere dell’arciduca Massimiliano d’Austria. In seguito, la costruzione assunse il ruolo di carcere politico sotto il regime nazi-fascista. Il Santuario si trovava nel complesso delle Stimate e andò incontro alla distruzione a causa di una bomba nel 1945. La statua della Vergine opera di Ugo Zannoni nel 1908 rimase incredibilmente illesa. Da lì l’Ordine degli Stimmatini prese la decisione di costruire un santuario dove era prima situato il forte austriaco di San Leonardo. In questo modo un luogo legato alla guerra poteva trasformarsi in uno legato invece alla pace spirituale. La trasformazione definitiva da forte a santuario ebbe luogo nel 1958. Il progetto fu dell’architetto Paolo Rossi de’ Paoli.

 

La nuova chiesa

La nuova chiesa assunse una forma circolare. Negli anni ci fu un grande arricchimento della struttura. Questa conteneva bassorilievi raffiguranti i Misteri del Rosario opera di Vittorio Colbertaldo e le tele del pittore Aronne Del Vecchio. Nel frattempo, la statua della Vergine rimasta illesa durante i bombardamenti trovò posto sulla parte superiore del complesso. Tale statua assunse lo status di vero e proprio capolavoro della scultura. A rendere maggiormente visibile la statua dell’Immacolata contribuisce anche un’ampia vetrata. Dopo l’inaugurazione ufficiale del giugno 1964 il complesso ha subito diversi rifacimenti. La nuova struttura ha assunto un aspetto totalmente diverso da quello delle origini. Il suo stile moderno e la forma rotonda si adattano alla perfezione ai forti presenti nell’area circostante. All’interno del Santuario è oggi possibile ammirare varie cose. Esempi sono le statue risalenti agli inizi del ‘900, le vetrate artistiche e la cappella dell’adorazione.

 

L’apparizione

Come ovviamente suggerito dal nome, il Santuario è dedicato alla Madonna di Lourdes. Quest’ultima fece la sua comparsa per la prima volta l’11 febbraio del 1858 davanti a Bernardette Subirous. Il fatto avvenne in una grotta dei Pirenei francesi dal nome Massabielle. Insieme alla sorella e ad una sua amica, Bernardette andò a raccogliere della legna nei pressi del fiume Gave. Qui notò un rumore proveniente da un cespuglio che si trovava all’interno di una grotta. Ecco che a questo punto apparve l’Immacolata concezione. Ciò a conferma del dogma del concepimento immacolato di Maria dell’8 dicembre del 1854 di papa Pio IX.

 

I misteri legati al Santuario

Ad un luogo di culto come il Santuario della Madonna di Lourdes sono inevitabilmente legate diverse leggende e misteri. Un miracolo abbastanza famoso è quello che riguarda una donna madre di tre figli. Questa persona era gravemente malata di una malattia ischiatica. In più aveva continui e incessanti dolori alle gambe che le provocavano tra l’altro anche una profonda depressione. Essendo molto devota alla Madonna Immacolata, si recava ogni giorno in preghiera presso il Santuario. Con il passare del tempo le condizioni della donna andarono a peggiorare sempre di più. La donna chiese di poter ricevere prima di morire una benedizione da parte del vescovo di Lourdes. Ormai ferma a letto in pessime condizioni, all’improvviso si ritrovò del tutto guarita senza più avvertire alcun dolore.

 

Cosa vedere all’interno

All’interno del Santuario della Madonna di Lourdes si possono ammirare tantissime meraviglie artistiche e culturali. Prima di tutto sono da segnalare i quindici bassorilievi dei Misteri del Santo Rosario, opera dello scultore Vittorio Conte di Colbertaldo. Ad adornare l’interno anche le già citate tele pregiate del pittore romano Aronne Del Vecchio. Passando alla cripta, i turisti possono godere della vista di un affresco del Quattrocento di Madonna con Bambino. Questo sarebbe opera della scuola di Altichiero di Zevio. La sala principale ha una forma circolare. Inoltre è costituita dalle ampie vetrate che garantiscono la luminosità degli ambienti interni.

 

Santuario della Madonna di Lourdes, un’esperienza da vivere

Tra le tante ricchezze culturali e artistiche del Veneto e di Verona è impossibile non annoverare anche il Santuario della Madonna di Lourdes. Un luogo dall’intramontabile fascino, che anche con il passare degli anni ha conservato praticamente del tutto intatta la sua bellezza. Per chiunque lo desideri, è possibile recarsi lì durante tutto il corso dell’anno negli orari di apertura per fermarsi a pregare. All’esterno della struttura e ai piedi della statua della Madonna è inoltre presente un giardino. Sulle sue panchine è possibile riposarsi per un momento per poter godere del sacro silenzio del posto.

 

Come raggiungerlo

Il complesso si trova sulla sommità del colle del Belvedere della città scaligera, ma si può comunque raggiungere anche a piedi. C’è sicuramente chi potrà magari preferire andarci con i mezzi pubblici. Raggiungere questo sacro luogo a piedi può però rappresentare per molti un’esperienza indimenticabile. È possibile inoltre raggiungere il Santuario più velocemente grazie alla presenza di diverse scorciatoie. Salire lungo la collina sarà in questo modo molto più semplice. Una volta giunti in cima, i turisti potranno godere della vista dello stupendo paesaggio circostante. Può essere quindi un’ottima idea restare affacciati all’ampia balconata e attendere il calar del sole. Il tramonto offre infatti uno spettacolo ancora più meraviglioso. Una magnifica vista da godersi in totale pace e tranquillità lontani dalle ansie e dalle preoccupazioni della vita quotidiana.

 

Siete mai stati al Santuario della Madonna di Lourdes? Ditecelo nei commenti!

Articolo di Francesco Basso

Iscriviti per ricevere news su Verona 

Scopri gli eventi su Verona

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza