Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Palazzo Reale Milano: la casa dei grandi maestri dell’arte

 

Palazzo Reale Milano – Se sei insofferente alle basse temperature ma hai comunque voglia di trascorrere una giornata all’insegna dell’arte, ho la soluzione per te. Conosco un posto caldo, super accogliente e a due passi dal Duomo di Milano in grado di regalarti esperienze stimolanti a dispetto del freddo! Ma qual è? Il Palazzo Reale di Milano, ovviamente! Scopriamolo insieme!

La Storia di Palazzo Reale Milano

Le origini di Palazzo Reale sono molto antiche, direttamente collegate alla storia della città di Milano. Già nel 900 d.C. al posto dell’attuale Palazzo Reale sorgeva il cosiddetto ‘Broletto Vecchio’, nonché prima sede di governo della città meneghina.

Nel 1251 la sede municipale fu poi trasferita presso il Palazzo della Ragione e il Broletto Vecchio fu demolito per lasciare spazio alla costruzione dell’odierno Palazzo Reale. Con la nascita delle prime signorie, l’edificio assunse il ruolo di centro politico delle nobili famiglie dei Visconti e degli Sforza.

Saliti al potere gli spagnoli prima e gli austriaci poi, il Palazzo assistette a molti importati lavori intorno a sè. Primo tra tutti la costruzione del Primo Teatro di Milano, nonché sede dell’attuale Teatro alla Scala. Anche per Palazzo Reale era giunto il momento di svecchiarsi un po’. Nel 1773 tutto il Palazzo abbandonò lo stile barocco lombardo, assumendo internamente ed esternamente le vesti neoclassiche grazie all’intervento dell’architetto umbro Giuseppe Piermarini.

Un ulteriore e fondamentale contributo fu l’opera di abbellimento del Palazzo affidata ai pittori neoclassicisti Appiani, Palagi, Hayez e Callani. Quest’ultimo si occupò delle decorazioni della celebre e sfarzosa Sala delle Cariatidi, successivamente distrutta dai  bombardamenti del 1943 e scelta nel 1953 da Picasso per esporvi il ‘Guernica’ come simbolo della Guerra.

Ma fu solo con la dominazione dei Savoia che il Palazzo divenne sede di eventi speciali come l’Esposizione Universale del 1906, abbandonando definitivamente la funzione di dimora reale. Ceduto al Comune dopo i bombardamenti della Prima Guerra Mondiale, l’edificio purtroppo perse gran parte delle opere  conservate al suo interno. Per quanto i veri e propri lavori di ritrutturazione degli spazi furono eseguiti non prima del 2000, le prime esposizioni all’interno del Palazzo risalgono al 1951. Il critico d’arte Roberto Longhi vi allestì la prima mostra dedicata a Caravaggio e i Caravaggeschi, cui fecero seguito quella dedicata a Van Gogh e Pablo Picasso.

Fedele nel tempo alla sua funzione, il Palazzo Reale collabora oggi con altre tre sedi espositive: la Rotonda della Besana, il Palazzo della Ragione e il Palazzo dell’Arengario, nonché sede del Museo del Novecento. Attualmente rappresenta il maggior polo espositivo della città di Milano.

L’arte a 360 gradi

Sei pronto ad affrontare uno straordinario viaggio nel tempo e nello spazio? Con i suoi 7000 metri quadrati, Palazzo Reale ospita ogni anno fino a 1.500 opere provenienti da tutte le parti del mondo offrendo al pubblico diverse occasioni di incontro con gli artisti e le loro opere. La programmazione è fitta di mostre temporanee sia di arte antica che di arte moderna, oltre a vantare la collaborazione con le più prestigiose firme dellarchitettura italiana. Dall’arte etrusca a Modigliani, dallImpressionismo di Manet al Futurismo di Balla e Boccioni, Palazzo Reale abbraccia e offre ogni giorno l’arte a 360 gradi.  E il pubblico è comprensibilmente sempre più attivo e partecipe! Ma non é finita qui, perché pensa anche ai bambini, organizzando per loro attività e laboratori creativi mirati alla scoperta dell’arte e dei suoi protagonisti! Che cosa stai aspettando? Vieni a farci un salto!

Come Arrivare

Palazzo Reale Milano si trova in Piazza del Duomo 12 e data la sua posizione centrale é facilmente raggiungibile con i seguenti mezzi pubblici:                                             

  • in Metropolitana: prendendo la Linea M1 (rossa) o la Linea M3 (gialla) e scendo alla Fermata Duomo.
  • in Tram hai diverse possibilità: puoi prendere i numeri 2, 3, 12, 14, 15,16, 19, 23, o 24 e scendere alla Fermata Duomo.

Non esitare! Qui a Palazzo Reale ti aspettano tantissime opere e artisti per un condividere un meraviglioso viaggio tra passato, presente e futuro!

Scrivici qui sotto cosa ne pensi e se ti piace l’articolo Condividilo!

Articolo di Ilaria Cantarini

Iscriviti gratis per ricevere news su Milano

Prenota un Hotel

Contattaci per assistenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *