Palazzo Maffei: da villa a museo d’arte - Oj Eventi

Palazzo Maffei: da villa a museo d’arte

palazzo maffei

Palazzo Maffei: da villa a museo d’arte

 

Palazzo Maffei è una residenza signorile del Veneto. Più precisamente si trova in Piazza delle Erbe a Verona, una delle città principali di questa regione del nord Italia.

Verona sembra proprio uno di quei regni delle fiabe. È ricca di strade di ciottoli, cortili romantici e palazzi maestosi. È una delle città del nord Italia più ricche di resti romani. Molti turisti si concentrano esclusivamente sulla visita alla Casa di Giulietta, per vedere il famoso balcone. Altri invece si impuntano sull’Arena di Verona, il secondo anfiteatro più grande del mondo, dopo il Colosseo. E fin qui niente da ridire, però Verona ha molto di più da offrire!

Strano ma vero, sono proprio questi turisti affiatati che si perdono una vera sorpresa. Stiamo appunto parlando di Palazzo Maffei! Continua la lettura e scopri questa affascinante reggia.

 

Qualche curiosità

Palazzo Maffei ha origini antiche. Non tanto quanto quelle del Teatro Romano, ma comunque antiche! Sapevi che l’edificio principale del Palazzo esisteva già nel XV secolo? Era esattamente lì, nello stesso identico punto! Accade che il 20 dicembre 1469 il nobile Marcantonio Maffei decise di ampliarlo aggiungendo un terzo piano. I lavori di costruzione durarono quasi duecento anni e terminarono solo nel 1668.

Il Palazzo è stato costruito secondo lo stile barocco. Il piano terra inizia da un livello leggermente più alto della piazza. Ma, fatto molto interessante, sotto i resti si possono ancora vedere dell’antico Campidoglio romano. Proprio lì fu poi collocata Piazza delle Erbe. Il terzo piano invece, quello più recente, è nello stesso stile del secondo. Si differenzia solo per finestre più piccole e finte colonne incorniciate. Sulla sommità della facciata sono esposte sei statue di divinità: Giove, Venere, Mercurio, Apollo e Minerva. La sesta, quella di Ercole, si ritiene che provenga in realtà da un antico tempio situato una volta sul Campidoglio romano.

 

La Casa Museo

A febbraio 2020, Palazzo Maffei ha svelato una novità al pubblico. Dopo aver subito un restauro completo, si è trasformato da casa signorile a museo d’arte moderna e contemporanea. L’iniziativa ha riunito le meraviglie di questa residenza barocca e un’imponente e raffinata collezione privata d’arte.

Il percorso del museo inizia il piano nobile, che si raggiunge tramite la una lussuosa scala  elicoidale. Si sviluppa seguendo un ordine cronologico. Il percorso è suddiviso secondo diverse tematiche, un tema per ogni sala. Nella prima parte si è cercato di ricreare l’idea di una residenza privata.  La fusione tra antico e contemporaneo, suppellettili e opere arricchiscono le prime sale. La seconda parte è invece riservata al Novecento e all’arte contemporanea.

Questa collezione rappresenta un autentico simbolo della storia dell’arte di Verona. La città era un rinomato centro di pittura medievale. Le opere di Antonio Pisanello, l’influenza di Bartolomeo Montagna e Jacopo Bellini posero le basi per la scuola veronese. Per questo si tratta di una raccolta d’arte molto interessante. Un connubio di opere antiche e moderne che mostrano le diverse fasi artistiche di Verona, e dei veronesi, nel tempo.

 

La collezione di Luigi Carlon

Luigi Carlon  è un imprenditore industriale e collezionista veronese. Nel 2020 a lui e a Vanessa Carlon, vicepresidente della Fondazione e direttrice del museo, è stato assegnato l’appellativo di veronesi dell’anno. Questo titolo è stato loro assegnato come riconoscimento di merito per la loro singolare iniziativa culturale.

Carlon è riuscito a collezionare ben oltre 350 opere per la sua casa museo. Quasi duecento tra queste opere sono dipinti. Il resto si divide tra una ventina di sculture, mobili d’epoca, ceramiche rinascimentali, vetri antichi, disegni e pezzi d’arte orientale. La collezione è composta da opere che vanno dal Trecento fino all’arte contemporanea.

 

I grandi artisti a Palazzo Maffei

Il primo pezzo della sua collezione, racconta Carlon, fu il quadro Moulin Rouge di Eugenio Degani. Costui era un pittore veronese contemporaneo. La raccolta si è poi allargata e arricchita fino a contenere i grandi nomi degli artisti del ventesimo secolo. Tra questi, puoi trovare Max Ernst, Pablo Picasso e Umberto Boccioni. E ancora: Giovanni Boldini, Joan Miró e Vasilij Kandinskij.

 

Celebri palazzi di Verona

Palazzo Maffei non è certo l’unica residenza signorile di Verona! La città ne è piena, perciò ti forniamo qui qualche nome interessante.

  • Il primo è Palazzo della Ragione. Si tratta di una reggia storica di Verona, situata tra Piazza delle Erbe e Piazza dei Signori. Oggi Palazzo della Ragione ospita la principale istituzione cittadina dedicata alle arti visive: la Galleria d’arte moderna “Achille Forti”.
  • Palazzo Canossa è un celebre palazzo veronese di proprietà privata. È considerato uno dei capolavori architettonici della città e ospitò importanti figure storiche come Napoleone Bonaparte.
  • Palazzo Barbieri invece, un edificio in stile neoclassico, è oggi la sede del comune di Verona. Si trova in Piazza Bra, una delle principali piazze del centro storico della città. Questa struttura condivide Piazza Bra con la prestigiosa Arena di Verona.
  • Un’altra residenza importante in città è il Palazzo Miniscalchi-Erizzo. Si tratta di una struttura che sorge nel cuore di Verona, poco distante dal Duomo e dal fiume Adige. È famoso per aver ospitato la seconda moglie di Napoleone, Maria Luisa d’Asburgo-Lorena.

Hai visto? Ti consigliamo di non lasciarti distrarre dalle principali attrazioni della città quando ci sono grandi palazzi e terme ad aspettarti!

 

Come raggiungere il Palazzo?

Palazzo Maffei si trova in Piazza Erbe 38-38A a Verona, in Veneto. Per raggiungere la città in macchina, serviti delle principali uscite autostradali: Verona Est sulla A4 e Verona Nord sulla A22. Il casello più comodo è quello di Verona Sud, perché ti conduce direttamente in piazza Bra. Per parcheggiare la tua automobile, puoi servirti dei servizi di parcheggio a pagamento nelle vicinanze di Palazzo Maffei. Quelli che consigliamo sono il parcheggio Saba Isolo, il parcheggio interrato Cittadella I APCOA e il parcheggio Saba Arena.

 

Un palazzo, una casa e un museo. Palazzo Maffei si è ormai fatto spazio tra le principali attrazioni di Verona. È una nuova meta da non perdere e da scoprire. Che aspetti? Non perderti Palazzo Maffei e facci sapere la tua esperienza nei commenti!

Articolo di Daniele Atza

Iscriviti per ricevere news su Verona 

Scopri gli eventi su Verona

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza