Condividi su
  • 20
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    20
    Shares

I Municipi Roma!? Scopriamoli assieme ad Oj eventi!

 

Municipi Roma
Municipi Roma

 

Municipi Roma – Roma Capitale è la città più popolosa d’Italia e la quarta a livello europeo. Con i suoi 2.232 abitanti per chilometro quadrato copre indubbiamente un territorio molto vasto, tanto da arrivare a circa 1300 chilometri quadrati. Attualmente tutta quest’area è stata suddivisa amministrativamente in XV municipi.

I 15 Municipi

  • Centro storico
  • Parioli/Nomentano
  • Montesacro
  • Tiburtina
  • Prenestino/Centocelle
  • Roma delle Torri
  • Appio-Latino/Tuscolana/Cinecittà
  • Appia Antica
  • Eur
  • Ostia/Acilia
  • Arvalia/Portuense
  • Monteverde
  • Aurelia
  • Monte Mario
  • Cassia Flaminia

Oltre alla suddivisione amministrativa il territorio Capitolino ha anche una ripartizione toponomastica. Ben 35 quartieri che risalgono alla seconda fase dell’urbanizzazione di Roma, mentre il centro storico è suddiviso in 22 rioni.

I Municipi di Roma a loro volta sono suddivisi in 155 zone urbanistiche, ma solo per questioni statistiche e di gestione del territorio.

Un bel po’ di frazionamenti, vero?

Mappa di Roma

Organizzazione del Municipio

 

Questa fitta frammentazione implica un’organizzazione ben suddivisa. Ognuno dei Municipi di Roma Capitale  viene amministrato da un presidente ed una giunta di municipio formata da sei assessori. Questi vengono nominati direttamente dal presidente ed uno di loro funge da vicepresidente.  I Municipi di Roma godono di un’autonomia gestionale, finanziaria e contabile. Ciascuno di essi si occupa inoltre della gestione delle competenze dello sviluppo economico e dell’edilizia privata di interesse locale. Proprio come se fosse un piccolo paese all’interno della città, il Municipio organizza e gestisce i propri eventi in modo autonomo.

Questa suddivisione ed organizzazione non ha origini troppo lontane.

Fu nel 1966 che il consiglio comunale deliberò la suddivisione dell’area urbana del territorio romano in dodici circoscrizioni che vennero convenzionalmente indicate con numeri romani da I a XII. Nel corso degli anni le circoscrizioni sono arrivate a XX e sono state sostituite dai Municipi di Roma che hanno il compito di rappresentare ciascuno la propria comunità, curarne gli interessi e promuovere lo sviluppo del territorio sempre nel rispetto dell’unità del Comune di Roma.

Nel 2013  i Municipi sono stati ulteriormente aggiornati, passando  da XIX a XV. A supporto dei cittadini, visto il cambiamento e la traslazione  dei vari municipi, è stata creata una mappa interattiva . Grazie all’utilizzo di questo strumento tecnologico, inserendo la via si riesce ad individuare il municipio di appartenenza.

Tanti Municipi tutti da scoprire

Tanta estensione è integralmente collegata da una folta schiera di mezzi pubblici.

La città è servita dai mezzi dell’Atac, che attraversano la città su gomma e rotaia, e da 3 linee della metropolitana (A-B-C) che consentono di raggiungere agevolmente gran parte dei Municipi.

Ogni Municipio comprende diversi quartieri, ciascuno dei quali si caratterizza per quello specifico spaccato di romanità che può offrirci. Poiché, come già detto, ognuno di questi Municipi rappresenta un piccolo paese nella città, gli abitanti di ogni municipio rivendicano orgogliosi le proprie origini e le proprie tradizioni.

Trastevere

Dal centralissimo Rione Monti, che tra edere rampicanti, locali curati e botteghe artigiane ti farà dimenticare in un attimo il traffico ed il caos cittadino, si passa alla street-art di Testaccio e Tor Marancia fino al periferico ed estroso Pigneto. Proprio questa zona, negli anni, è stata protagonista di diversi film per lo più neorealistici. “Roma città aperta” di Rossellini e “Bellissima” di Luchino Visconti, per esempio, sono stati girati al Pigneto.

Per la romanità autentica però, dicono sia necessario visitare Trastevere. Con le sue trattorie di cucina tipica romanesca rimane ancora oggi il simbolo di una Roma sparita e ritrovata. È una zona importante della movida romana che d’estate, grazie alle iniziative e gli eventi organizzati sulle sponde del Tevere, si anima ancora di più.

La Garbatella invece ce l’hanno presentata “i Cesaroni”. È un quartiere popolare dove i palazzi squadrati ed austeri costruiti in epoca fascista si mitigano con le ville in stile barocco romano a conferire un effetto generale decisamente affasciante. Molto simile alla Garbatella per spirito popolare, il quartiere Ostiense rappresenta la romanità pura e schietta. È nato come quartiere industriale, suo emblemaè il gazometro. Attualmente la sua arteria principale, Via del Porto Fluviale, è una delle zone più in voga per quanto concerne locali e vita notturna, tanto da farne un punto di ritrovo. Oltre ad una vasta scelta enogastronomica ed una pregevole autenticità popolare, ad Ostiense troviamo l’affascinante cimitero acattolico dove, tra gli altri, sono sepolti Antonio Gramsci e John Keats. Da nord a sud, da est a ovest Roma è certamente tutta da scoprire.

Roma Caput Mundi con i Fori imperiali, la Domus Aurea ed il Colosseo, offre un giro gratuito nella macchina del tempo che è certamente da fare, un viaggio a ritroso nella Città Eterna.

Scrivici qui sotto cosa ne pensi e se ti piace l’articolo
Condividilo!

Articolo di Carmela De Simone

Iscriviti gratis per ricevere news su Roma

Prenota un Hotel

Contattaci per assistenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *