Maranello: storia e museo Ferrari - Oj Eventi

Maranello: storia e museo Ferrari

Maranello

Qual è la prima cosa che vi viene in mente quando sentite parlare di Maranello? Provo ad indovinare: La Ferrari! Il connubio tra Maranello e la famosa scuderia tutta made in Italy è infatti ormai inevitabile, anche per chi di macchine non s’intende. Questa città dell’Emilia-Romagna attira ogni anno numerosi appassionati da tutto il mondo, pronti a condividere il proprio amore per il cavallino e visitare la sede della prestigiosa casa automobilistica. Se però macchine e motori non sono in cima alla lista delle cose che più amate, non abbattetevi: Maranello offre anche altro da vedere.

Visita al Museo Ferrari di Maranello

Il Museo Ferrari della città di Maranello, inaugurato nel 1990, è luogo cult e tappa imperdibile, non solo per i più appassionati, consigliamo infatti di visitarlo almeno una volta nella vita. Il museo è stato pensato con lo scopo di celebrare e allo stesso tempo testimoniare un mito. Al suo interno è raccontata la Ferrari di un tempo, di oggi e quella di domani. Visitando il museo si ripercorre tutta la storia della famosa autovettura, partendo dalle origini fino ai momenti più significativi.

Durante il percorso potete testare le vostre conoscenze e provare a riconoscere i vari modelli esposti: gli storici, le Formula 1 più conosciute e vittoriose, i prototipi Gran Sport e Gran Turismo, fino a quelli da strada. Nel museo della grande Rossa sono inoltre conservate coppe, trofei e l’equipaggiamento utilizzato dai piloti più famosi. Contemporaneamente al museo, si può fare un tour in navetta agli stabilimenti. Quella che suscita maggiore interesse è sicuramente la Galleria del Vento. Questo stabile dal punto di vista architettonico è di stampo avveniristico ed è inevitabile che richiami l’attenzione del visitatore. La Galleria, progettata dall’architetto Renzo Piano, è chiusa al pubblico e al suo interno viene collaudata l’aereodinamica delle auto da corsa. Le vetture vengono posizionate su un tappeto mobile sincronizzato con la velocità del vento (da qui il nome Galleria del Vento).

La storia di Enzo Ferrari

Il padre della grande Rossa non ha avuto strada facile e spianata prima di arrivare al successo di cui tutti noi oggi siamo testimoni. Nato a Modena, nel 1898, Enzo Ferrari fin da piccolo mostra la sua grande passione per i motori e le auto da corsa. Tenta senza successo di entrare in FIAT, ma il rifiuto non spegne il suo amore per il mondo delle macchine e inizia la carriera di collaudatore.Il passare del tempo e una grande esperienza lo portano poi a diventare pilota per l’Alfa Romeo. Sarà proprio in seguito ad una vittoria con l’Alfa Romeo che Enzo giunge all’incontro che gli cambierà la vita. Enzo incontra i genitori dell’aviatore Francesco Baracca che gli chiedono di mettere lo stemma del figlio, il famoso cavallino, sulle sue macchine.

“Ferrari, metta sulle sue macchine il cavallino rampate del mio figliolo, le porterà fortuna”.

Fu così che nacque uno degli stemmi automobilistici più conosciuti al mondo. Enzo non rinuncia a personalizzarlo e decide di posizionare il cavallino rampante su sfondo giallo, che è il colore di Modena, la città natale al quale è molto legato. Ecco perché, oltre al rosso fiammante tipico delle auto da corsa, non è raro vedere le Ferrari tinte di giallo.

Nel 1929 Enzo realizza il suo grande sogno: nasce la Ferrari! La Ferrari non è solo un’idea imprenditoriale vincente, ma è prima di ogni altra cosa la storia di passione, amore, determinazione e resilienza. Un racconto ricco di valori, che unisce e rende orgogliosi gli italiani.

Siete mai stati a “cavallo”?

I fan più sfegatati saranno contenti di scoprire che a Maranello è possibile provare l’ebbrezza di salire a bordo di una Ferrari e sfrecciare su strada. Se i tornanti dell’Appenino Modenese non saziano appieno la vostra voglia di adrenalina, potete provare la velocità pura vestendo per un giorno i panni di un vero pilota cimentandovi nei test drive in pista. I tour hanno una durata che varia dai 10 ai 90 minuti, un’esperienza unica che lascia un ricordo indelebile nella mente dei tifosi più fedeli.

Non solo macchine

Il vostro amico, marito, fratello, moglie, non importa chi sia, vi ha chiesto di fargli compagnia e andare a visitare Maranello assieme.

A voi però dei motori proprio non importa. Tranquilli, anche se è la patria della Ferrari questa città come già preannunciato, è in grado di offrire soluzioni alternative per chi non ha voglia di immergersi nel mondo automobilistico.

Potete decidere di fare un po’ di shopping tra i tanti negozi e le boutique che si affacciano sulle vie di Maranello.

Un’altra idea è quella di visitare il Mabic, la Biblioteca Culturale di Maranello che ospita spesso eventi e mostre ed è una delle più grandi non solo d’Italia, ma anche d’Europa. Al suo interno troviamo infatti:

  • Oltre 100 posti lettura;
  • Zona ristoro;
  • Postazioni internet;
  • Sala conferenze e spazio espositivo;
  • Sala per i bambini attrezzata di giochi educativi ed interattivi.

Dall’affascinante struttura architettonica, il Mabic presenta un design moderno caratterizzato da giochi di curve e trasparenze, il tutto accentuato dal riflesso dell’edificio sullo specchio d’acqua che lo circonda.

La città inoltre ospita spesso eventi di vario genere, uno degli imperdibili è quello che si tiene ad ottobre, il Gran Premio del Gusto. Con questo gioco di parole, s’intende la festa che vede come protagonisti i sapori e le eccellenze culinarie del posto.

Questa zona è infatti casa di una grande cultura culinaria che vi consigliamo di scoprire recandovi a Modena, una delle città emiliane più belle e che dista a pochi km da Maranello.

Il consiglio è quello di passeggiare nelle vie del centro storico della città e approfittarne per visitare luoghi d’importante interesse come il Duomo e la torre Ghirlandina, entrambi in Piazza Grande (tre siti patrimonio dell’UNESCO).

Per concludere la giornata non c’è modo migliore che gustare qualche bontà tipica. Famosissime sono le tigelle, una squisitezza della tradizione emiliana che dovete assolutamente provare!

E con i gusti dell’Emilia termina la visita a Maranello, custode di grandi storie e allo stesso tempo sinonimo di avanguardia, in grado di portare le più alte prestazioni e tecnologie nel mondo delle auto.

 

Appassionato o meno di auto, siamo riusciti a convincerti a visitare Maranello? Scrivicelo nei commenti!

Articolo di Katia Incerti

Iscriviti per ricevere news su Modena

Scopri gli eventi su Modena

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza