La Stampa Torino: la voce inflessibile dell’ex capitale - Oj Eventi

La Stampa Torino: la voce inflessibile dell’ex capitale

La Stampa Torino

Su La Stampa Torino: la voce inflessibile dell’ex capitale

La Stampa Torino

La Stampa Torino

La Stampa Torino – Lo storico giornale piemontese La Stampa vanta una storia che risale agli albori dello Stato italiano. La testata giornalistica si evolve insieme alle intricate vicende politiche della neonata nazione, all’interno dell’affascinante ex capitale sabauda. Com’era ieri e com’è oggi il quotidiano nato con l’appellativo di “voce inflessibile”? Scopriamo insieme la storia e l’evoluzione de La Stampa Torino ripercorrendone il percorso nella città natale e nella scena nazionale!

 

La nascita de La Stampa Torino

La Stampa Torino nasce nel 1867 a Torino, appena due anni dopo il trasferimento della capitale a Roma. Il quotidiano viene fondato dallo scrittore Vittorio Bersezio e dal politico Casimiro Favale con il nome di Gazzetta Piemontese. La sua iniziale linea dura e indipendente viene ben riassunta dal motto del periodo: “Frangar non flectar”, dal latino “mi spezzo ma non mi piego”. Nel 1894 ne assume la guida il giornalista Alfredo Frassati, modificandone il nome in La Stampa: gazzetta piemontese e trasferendone la sede nella bellissima Piazza Solferino. Tutto sembra procedere per il meglio per questo giovane ma promettente giornale, ma il Novecento è alle porte e con esso due conflitti mondiali che contribuiranno a cambiarne il volto, in particolare gli anni Trenta e la Seconda Guerra Mondiale.

 

Il periodo fascista

L’avvento del fascismo segna la fine della direzione di Frassati, costretto a dare le dimissioni a causa delle sue posizioni avverse al regime. È qui che la storia de La Stampa Torino si intreccia con il marchio torinese per eccellenza: la casa automobilista FIAT, di proprietà della famiglia Agnelli. Questi rilevano il giornale con il favore del governo fascista, piegandosi alle direttive del regime a scapito del motto di cui si pregiava il quotidiano. Durante questo periodo La Stampa Torino cambia nuovamente sede avvicinandosi ancora di più al cuore della città. Da Piazza Solferino si sposta in via Roma, con ingresso dall’elegante Galleria San Federico, a due passi da Piazza Castello e dal centro del potere cittadino.

 

La Stampa Torino nella Repubblica

Dal dopoguerra alla fine degli anni Sessanta La Stampa Torino il nuovo direttore diventa Giulio De Benedetti, che con il suo carisma riesce a riportare il quotidiano ai livelli di diffusione prefascisti e a conquistare il grande pubblico operaio. In questo periodo nasce infatti la rubrica “Specchio dei tempi”, in cui vengono pubblicate le opinioni dei lettori e che tutt’oggi è attiva. La direzione innovativa fa nuovamente del quotidiano un prodotto di qualità, riavvicinandolo al suo carattere inflessibile di voce alternativa e indipendente. Oggi La Stampa Torino fa parte del grande Gruppo Editoriale GEDI e la testata giornalistica ha aggiornato il suo stile adattandosi ai nuovi mezzi di comunicazione, facendo del web il primo canale di distribuzione delle notizie.

 

L’omaggio alla città natale

La nuova sede torinese de La Stampa si trova in via Lugaro, vicino al Parco del Valentino e al Borgo Medievale. La città natale del quotidiano ha vissuto un’intensa trasformazione, così come il giornale che ha mosso i primi passi al suo interno. Un’evoluzione che ne ha cambiato il volto e il carattere. Da grigia città industriale a capitale della cultura e dell’arte, dove vivacità ed estrosità hanno preso il posto del vecchio carattere austero e composto. La Stampa Torino ha voluto rendere omaggio alla città natale pubblicando un volume fotografico in occasione dei 150 anni dalla nascita del quotidiano: “Torino, com’era. Omaggio alla città quando nacque La Stampa”. Quale modo migliore per celebrare degnamente il fascino dell’ex capitale sabauda?

 

E tu conosci le bellezze della città natale de La Stampa Torino? Cosa aspetti a ripercorrere dal vivo le tappe dello storico giornale piemontese?

Articolo di Melania Pittau

Iscriviti per ricevere news su Torino

Scopri gli eventi su Torino

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza