Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Juve Torino: il derby della Mole, uno dei più antichi d’Italia

 

juve torino
Vedere giocare la Vecchia Signora contro i Granata è sempre un’emozione.

Un evento calcistico di importanza inaudita; è questo il “derby della mole”, ossia il derby delle due squadre di Torino: La Juventus, padrona indiscussa del campo da gioco Nazionale oramai da otto anni consecutivi e Torino, squadra dalla storia tanto affascinante quanto drammatica. Fino ad oggi tra Juve e Toro sono state disputate 198 gare con rispettivamente 86 vittorie per la Juventus 56 pareggi e 56 vittorie per il Torino F.C. Il derby Juve – Toro è il derby che si è giocato più volte dall’inizio della storia del calcio, con la prima gara disputata il 13 gennaio 1907, e da allora è una partita carica di emozioni, gol e folclore. La Juve dei borghesi, di Agnelli, e dei record contro il Toro dei “Türìneis”, del Grande Torino, e della Maratona; la prima curva a tifare la propria squadra con cori e tamburi.

La Juventus

Team che non ha bisogno di presentazioni. Una grande squadra, tifata in tutto il mondo con fan sparsi in tutte le città, sempre pronti a venire a vedere giocare la “Signora” con il tutto esaurito dei settori in casa ed in trasferta. La Juve è la squadra dei record per gol segnati e talenti in rosa, ed oramai netta padrona della competizione Italiana “Serie A”. Conta ben sette vittorie consecutive della lega Italiana – stabilendo record in punti ottenuti, gol, vittorie consecutive, miglior difesa, miglior attacco. Inoltre è riuscita ad eguagliare il record ancora imbattuto della vincita del campionato a 5 giornate prima della conclusione come Inter e Torino.

Il Torino

Il Torino F.C, o il Toro, è la seconda squadra di Torino. Fondato nel 1907. Tutti conosceremo il Toro per la sua storia, affascinante, da brivido. Il Toro è stata la squadra con la formazione migliore di sempre, anche detta il “Grande Torino”, capitanato da Valentino Mazzola. Il grande Torino vinceva contro tutto. Una squadra inarrestabile all’epoca, pluricampione italiana, e con record di presenze in nazionale. Vide la sua tragica fine per un incidente aereo il 4 maggio del 1949 a Superga, ancora oggi ricordata da tutto il mondo calcistico. Il Toro dopo anni di altalenanza tra serie A e serie B, sembra, dopo la stagione di Serie A 2011-2012, aver trovato stabilità ed una continua crescita, acciuffando la parte alta della classifica nelle successive stagioni e garantendo per due volte l’accesso ai preliminari della competizione europea: “Europa League”.

Il derby della Mole: Juve Torino

La partita tra Juve e Toro è un derby differente dagli altri. Nonostante la rivalità delle squadre, lo scontro diretto non influisce direttamente sui rispettivi piazzamenti in campionato, ma è sentita dalla città e dai tifosi. Un accentuato senso di sfida, di attaccamento alla maglia ripercorre le strade di Torino nella giornata in cui Juventus e Torino si sfidano. La partita vede sempre, o quasi, scendere in campo una Juventus in gara per la vincita dello scudetto e la difesa delle prime posizioni, e il Torino desideroso di riacciuffare la parte alta della classifica, attanagliato da un’aura di rivalsa e voglioso di vincere la partita. Anche se, dagli anni 90 ad oggi, le vittorie dei granata si contano sulle dita di una mano.

Se non avete mai assistito al “derby della mole” vi consiglio di guardarlo. È una partita sudata fino al 90° da ambo le parti con in campo grandi giocatori accompagnati dagli spalti più colorati d’Italia! La Juventus è nettamente sul Torino, ma ogni volta, al fischio d’inizio, la gara si accende e prende vita. Non conta la rosa ineguagliabile della Juventus o la sua netta superiorità perché il Toro, comunque, non si arrende mai giocando con onore per tutti i 90 minuti, rendendo il derby della Mole sempre fantastico!

E a te a quale delle due squadre tifi? Scrivicelo qui sotto nei commenti  e se ti piace l’articolo condividilo

Articolo di Vitto Came

Iscriviti gratis per ricevere news su Torino

Prenota un Hotel

Contattaci per assistenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *