Isola dei conigli a Lampedusa: come arrivare e cosa vedere - Oj Eventi

Isola dei conigli a Lampedusa: come arrivare e cosa vedere

Isola dei conigli

L’Isola dei Conigli è una delle meraviglie naturali più affascinanti del Mediterraneo, famosa per la sua bellezza incontaminata e la sua rilevanza ecologica. Situata a Lampedusa, la più grande delle Isole Pelagie, questa riserva naturale ospita la spiaggia dei Conigli, nota anche per essere sito di nidificazione per le tartarughe marine. La casa di Domenico Modugno, situata nelle vicinanze, aggiunge un tocco di storia e fascino a questo luogo già incantevole. L’Isola dei Conigli è una destinazione imperdibile per gli amanti della natura e della tranquillità.

Iscriviti per ricevere news 

Fauna marina dell’isola dei conigli: le tartarughe

Immersione subacquea

Immersione subacquea

Lampedusa, con una superficie di circa 20 km², offre un paesaggio variegato e una biodiversità sorprendente. La flora e fauna sono molto simili a quelle nord-africane, si trovano all’interno della Riserva Naturale dell’isola di Lampedusa. Nel mare circostante si trovano tre specie di delfini e, durante alcuni periodi, anche balenottere e capodogli. Una nutrita colonia di gabbiani reali nidifica sull’isola dei Conigli. Il mare in quest’area è ideale per le immersioni, vista la ricchezza di specie marine.

La spiaggia dei Conigli è un importante sito di dove le tartarughe marine Caretta caretta depositano le uova. Durante la stagione riproduttiva, risalgono dal mare per raggiungere le spiagge dove depongono centinaia di uova in profondi nidi sabbiosi. Questo processo naturale è affascinante, ma non privo di rischi. Ogni femmina può deporre tra 80 e 120 uova per nido, sperando che la maggior parte delle piccole tartarughe raggiunga il mare.

La tartaruga Caretta è la specie di tartaruga marina più diffusa nel Mar Mediterraneo. Nonostante sia presente in molti mari del mondo, tra cui gli oceani e il Mar Nero, questa specie è minacciata in tutto il Mediterraneo. A Lampedusa dal 1990 opera il Centro di recupero delle tartarughe marine per proteggere gli esemplari che transitano in questo tratto di mare. Ogni anno il centro assiste oltre 100 tartarughe, molte delle quali sono vittime di catture accidentali con ami o reti da traino. Inoltre, in particolare durante i mesi estivi, i volontari contribuiscono alla sensibilizzazione della comunità locale e dei turisti.

Come arrivare a Lampedusa

Raggiungere Lampedusa è semplice. In inverno e bassa stagione è possibile arrivare via nave da Porto Empedocle e in aereo dagli aeroporti di Palermo e Catania. In estate e nei periodi di alta stagione si aggiungono voli dai principali aeroporti italiani e un aliscafo che parte da Porto Empedocle.

  • In aliscafo. La tratta da Porto Empedocle a Lampedusa e ritorno dura circa 4 ore ed è operata da Liberty Lines.
  • In nave. La tratta da Porto Empedocle a Lampedusa viene operata da traghetti della compagnia Siremar, e dura poco più di 8 ore.
  • In aereo. Ci sono voli giornalieri da Palermo e trisettimanali da Catania tutto l’anno. Le principali compagnie aeree che atterrano a Lampedusa sono EasyJet, ITA Airways e Volotea. Da luglio a settembre, ci sono anche voli diretti da Roma, Milano, Bergamo, Verona, Bologna e Rimini.

Raggiungere l’Isola dei conigli da Lampedusa

Per raggiungere l’Isola dei Conigli basta percorrere la strada che dal centro abitato di Lampedusa porta a Capo Ponente. Si può optare per auto, scooter, Méhari o per i mezzi pubblici. Poco prima di arrivare a Capo Ponente, sulla sinistra noterete un chioschetto: da qui inizia il sentiero per l’Isola dei Conigli. Nonostante l’isolotto e la spiaggia non siano visibili immediatamente, bisogna parcheggiare e proseguire a piedi lungo un sentiero sterrato, per circa 800 metri. Dopo averne percorso circa metà, si arriva a una terrazza panoramica naturale da cui si può godere di una vista spettacolare. A sinistra vedrete la Tabaccara, al centro l’isolotto dei Conigli che dà il nome alla baia, e a destra la spiaggia. Proseguendo oltre, si arriva alla spiaggia di sabbia bianca e finissima.

Prima di arrivare alla spiaggia, sulla destra si può ammirare la villa di Domenico Modugno, di fronte alla spiaggia che il celebre cantautore definiva “la Piscina di Dio”. Pugliese di nascita e siciliano d’adozione, Modugno acquistò la villa negli anni Settanta e vi trascorse gli ultimi anni della sua vita.

Come prenotare la spiaggia dei conigli?

Spiaggia a Lampedusa

Spiaggia a Lampedusa

Per accedere alla spiaggia dei Conigli, data la sua estensione ridotta e la presenza di aree a rischio idrogeologico, è necessario prenotare in anticipo. Il limite è fissato a 550 persone per turno di visita. La spiaggia è accessibile gratuitamente in due turni giornalieri, al mattino e al pomeriggio. La prenotazione online è disponibile da inizio giugno a inizio agosto e, successivamente, da inizio luglio fino a metà ottobre. Ogni prenotazione è valida per un solo turno e può includere al massimo due persone, con il limite di una prenotazione a settimana. I minori di 6 anni e le persone con disabilità che utilizzano il servizio di accompagnamento via mare non devono prenotare.

Oltre alla prenotazione online, all’inizio dei due turni, mattutino e pomeridiano, sono disponibili ulteriori 150 posti per turno a libero accesso direttamente all’ingresso della Riserva. Inoltre, 35 posti per turno sono riservati ai residenti di Lampedusa e Linosa senza obbligo di prenotazione.

Per garantire il rispetto della natura e degli altri visitatori, sono previste specifiche regole da osservare sulla Spiaggia dei Conigli. E’ obbligatorio lasciare la spiaggia al termine del proprio turno, restare nelle aree consentite, non utilizzare sedie o lettini, non fumare e non portare cani. Trattandosi di area protetta, è vietata la pesca, l’uso di droni e l’accesso in bicicletta. Viste le caratteristiche del sentiero che porta alla spiaggia, è sconsigliato l’accesso a persone con difficoltà motorie o problemi di salute. Inoltre, nella Riserva non sono presenti servizi di salvataggio, assistenza medica, punti ristoro o servizi igienici.

Siete pronti ad immergervi nelle acque cristalline dell’Isola dei conigli? Questo articolo vi è stato utile? Scrivetecelo nei commenti!

Articolo di Giorgia Rimondi

Iscriviti per ricevere news 

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza