Il Duomo di Parma, uno scrigno d’arte e di bellezza - Oj Eventi

Il Duomo di Parma, uno scrigno d’arte e di bellezza

Duomo di Parma

L’Italia è un’inesauribile fonte di bellezze storiche e artistiche, il Duomo di Parma è una di queste. Tra le tappe più cercate e visitate dell’Emilia, il duomo sa catturarti come pochi luoghi. Tra la maestosità esterna e la sfarzosità interna, il tempo che spenderete qui varrà tutta la vacanza.Da più di novecento anni il Duomo di Parma domina l’omonima piazza. I cittadini non si stancano mai di passeggiarci e i turisti la ritengono una delle migliori della zona emiliana. Conosciuto anche come cattedrale di Santa Maria Assunta, unisce lo stile romano a quello barocco. Il risultato è spettacolare. Se sei un amante dell’arte e della bellezza non puoi restare indifferente. Per non parlare della quantità di tesori che nasconde all’interno!

La vita del Duomo di Parma

Il duomo ha una vita abbastanza lunga e travagliata. La prima edificazione risale addirittura al IV secolo. Peccato però che venne distrutta da non uno, ben due incendi a distanza di duecento anni più o meno l’uno dall’altro. Il ‘nuovo’ duomo infine venne consacrato nel 1106. Per colpa di un terremoto poi furono necessari altri lavori a cui prese parte anche lo scultore Benedetto Antelami. Alcuni suoi notevoli lasciti sono visibili ancora oggi all’esterno della facciata del Duomo di Parma. Infine le ultime aggiunte sono state le cappelle delle navate laterali.

Queste distanze tra un intervento e l’altro han fatto sì che la struttura esterna sia in disaccordo con lo stile delle decorazioni interne. Eppure non si tratta di un difetto, quanto piuttosto di uno degli aspetti più affascinanti del duomo.

Fuori e dentro al duomo

Come già accennato l’esterno del Duomo di Parma è prettamente di stile romano. Così come l’impostazione dell’interno e la classica pianta a croce latina. Eppure le decorazioni interne sono per lo più rinascimentali mentre alcune di quelle relative alle cupole sono in stile gotico. La varietà stilistica insomma è predominante. Ci accompagna in un tour storico molto interessante. La facciata presenta forme geometriche e austere, come le chiese romaniche appunto. Le decorazioni non sono esagerate e sono perfettamente in sintonia con gli altri palazzi della piazza. Piazza del Duomo infatti oltre alla cattedrale ospita anche il Battistero e il Palazzo Vescovile.

Dopo aver ammirato tutto ciò, deciderai di entrare. Ed è qui che resterai veramente a bocca aperta. All’interno del Duomo di Parma non si può restare indifferenti alla luce e alla bellezza che derivano dai meravigliosi affreschi. Dagli affreschi di Lattanzio Gambara alla spettacolare volta di Girolamo Bedoli-Mazzola è uno spettacolo di colori e non solo. Altra chicca infatti la Deposizione della Croce del già nominato Antelami. Si tratta di un bassorilievo che ogni anno affascina i turisti con la sua plasticità.

La cupola del Correggio

Infine, anche il Duomo di Parma ha la sua punta di diamante. La cupola centrale è stata affrescata dal Correggio tra i 1524 e il 1530 con l’Assunzione della Vergine. L’immagine è spettacolare e cattura dal primo momento in cui si decide di alzare gli occhi al soffitto. Antonio Allegri, questo il vero nome dell’artista, ha creato una prospettiva ascendente che pare accompagnare i santi e la Vergine verso l’alto. Non sembra nemmeno possibile che l’uomo possa rappresentare in modo così suggestivo una scena del genere.

Dai Santi Patroni rappresentati sui pennacchi alle figure del tamburo, e dalla visione d’insieme a quella fissa su alcuni personaggi. Qualsiasi parte dell’affresco si decida di guardare si resta incantati.

I motivi per visitare il Duomo di Parma potrebbero non finire mai. Certo sono molti, anche solo nel nord d’Italia, i luoghi d’arte e di cultura. Ma Parma è particolare, e il suo duomo fa parte di quei gioielli che racchiudono da soli secoli di storia e di bellezza.

Cosa aspetti allora a visitare Parma e a trascorrere qualche ora nella magia del duomo? Facci sapere in un commento cosa ti è sembrato!

Articolo di Lucia Ferrari

Iscriviti per ricevere news su Parma

Scopri gli eventi su Parma

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza