Gustavo Rol quando la Scienza e il Mistero si Incontrano - Oj Eventi

Gustavo Rol quando la Scienza e il Mistero si Incontrano

gustavo rol

Gustavo Rol quando la Scienza e il Mistero si Incontrano

 

gustavo rol

Spesso è capitato di vedere in televisione dei prestigiatori in grado di dirci a quale numero stiamo pensando o quale carta abbiamo pescato dal loro mazzo, ma Gustavo Rol sapeva fare molto di più. In tanti l’hanno definito un mago, altri un illusionista e infine c’è chi lo riteneva un sensitivo. Lui non sentiva di appartenere a nessuna di queste categorie, si definiva semplicemente un uomo normale. Un uomo che però attraverso delle capacità particolari era in grado di lasciare a bocca aperta chiunque.

Chi era Gustavo Rol?

Il suo vero nome era Gustavo Adolfo Rol, nacque a Torino il 20 giugno 1903, con le radici di una famiglia benestante. Attorno a sé ha sempre avuto persone colte e di una certa importanza, inoltre ricchezza e agiatezza non sono mai mancati. Tranne quando intorno all’età di 22 anni decise di non dipendere più dalla sua famiglia. Così, oltre a svolgere la mansione di bancario, si creò un secondo reddito suonando il violino e creando colonne sonore nei film muti all’interno dei cinema dell’epoca.

Nel periodo della seconda guerra mondiale, Gustavo Rol aprì un suo negozio di antiquariato. Questo divenne il suo lavoro principale che gli permise di vivere una vita dignitosa e serena. Rol, però, aveva delle capacità molto più sviluppate di qualsiasi altro comune mortale.

Alcuni avvenimenti dimostrano che era in grado di avere poteri come la telecinesi, capacità di curative o ancora materializzazione e smaterializzazione di oggetti… E molti altri.

Come e quando ha scoperto di avere queste capacità?

Gustavo Rol ha molto lavorato su queste tecniche, lui era del parere che chiunque, con studio e dedizione, potesse dar luce alle stesse capacità che erano in suo possesso. Il tutto ebbe inizio a 22 anni, quando Gustavo si incaponì per cercare di trovare un modo che gli facesse scoprire tutti i colori di un mazzo di carte da gioco. Dopo un duro allenamento e lunghi mesi di dedizione riuscì a indovinare tutti i colori delle 52 carte! Il segreto? Sosteneva di aver scoperto una legge che legava il colore verde, la quinta musicale e il calore. Tale legge lo spaventò fino al punto da avere anche qualche problema di salute nei periodi successivi, ma una volta superato l’ostacolo, continuò con lo studio di queste sue particolari capacità.

In cosa consiste questa legge?

Ciò che Gustavo Rol era riuscito a creare era un collegamento tra il senso della vista, dell’udito e il controllo totale del proprio corpo. Riusciva a dare alla realtà un colore, in questo caso il verde, e per entrare in uno stato meditativo riproduceva all’interno del suo orecchio l’accordo Do-Sol. Un po come viene fatto con la ripetizione dell’OM nel Buddhismo. Dopodiché, riusciva a percepire sul suo corpo un calore prodotto dalla mente. Questo genere di calore era in grado di rendere modificabile la realtà.

Questo tipo di potere gli diede la possibilità di agire sulla realtà in un modo che in pochi riescono a fare. Infatti, lui stesso ha sostenuto che molti Maestri spirituali sono in grado di avere questo genere di controllo. Gustavo, però, ci ha sempre tenuto a specificare di non essere un sensitivo e tanto meno di non avere alcun tipo contatto con gli spiriti o con il paranormale. Come si può comprendere leggendo sul sito web dedicato.

La scoperta dello “spirito intelligente” e della “coscienza sublime”. Di cosa si tratta?

Rol cercava di mantenere con estrema attenzione la distanza tra lo spiritismo come lo conosciamo noi e il suo modo di percepirlo. Era certo del fatto che non era in alcun modo possibile avere contatti con gli spiriti dei defunti, ma al contrario sosteneva la teoria in cui è presente una sorta di database dell’universo in cui le memorie delle persone precedente vissute rimangono sulla Terra. Questo viene definito spirito intelligente. Inoltre, questa caratteristica non è una peculiarità degli esseri viventi, ma anche degli esseri inanimati. Secondo Rol, una pietra, un foglia o anche una matita creano nella materia delle memorie che rimarranno impresse per sempre.

La coscienza sublime, invece, è quello stato d’illuminazione che raggiunge il Maestro una volta raggiunto il livello spirituale massimo e che dà quindi il via a quelle che Rol definisce “possibilità”.

Gustavo Rol e la religione

Il Maestro era cattolico, ma non credeva alla reincarnazione. Molto spesso si era soliti vederlo all’interno della Chiesa della Consolata di Torino, a pochi passi dall’altro luogo pieno di mistero che è il Duomo di Torino. Pregava spesso, ma non chiedeva grazie, preferiva di gran lunga chiedere sostegno per le persone meno fortunate di lui.

La Chiesa cattolica non si è mai espressa nei confronti di Rol, anche se in passato i sostegni da parte di essa sono stati moltissimi. Infatti, Gustavo è entrato in contatto con molte personalità ecclesiastiche importanti di quel periodo. Sembra che il non prendere posizione sia dovuto al fatto che le conoscenze e gli sviluppi inerenti alla vita spirituale di Rol siano ancora in fase di studio.

Un Museo dedicato alla sua Arte e Storia

Per il momento non è ancora presente un vero e proprio museo in onore di Gustavo Rol. Il comune di Torino però si è impegnato a inizio 2020 per dare il via a questo progetto e realizzare una raccolta di opere d’arte proprio in suo onore. Rol infatti non era soltanto un Maestro spirtuale, ma anche un pittore che dipinse ben oltre 150 quadri.

Attualmente non sono presenti luoghi che possano permettere agli interessati della materia di approfondire l’argomento. Dopo la sua morte, avvenuta a Torino il 22 settembre 1994, non esiste nemmeno più l’appartamento in Via Silvio Pellico 31, a pochi passi dal Borgo Medioevale di Torino in cui ha vissuto. Ne rimane solo una targa commemorativa.

Attendiamo miglioramenti e aspettiamo che finalmente le porte di questo nuovissimo museo vengano aperte, per aumentare i misteri e segreti di una città che non si svelerà mai del tutto.

Conoscevi la particolare storia di Gustavo Rol? Pensi che si tratti di poteri sovrannaturali? Raccontacelo nei commenti

Articoli di Giorgia Lari

Iscriviti per ricevere news su Torino

Scopri gli eventi su Torino

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza