Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La gondola: origini e curiosità sulla più celebre imbarcazione veneziana

 

Gondola
Gondola

Gondola – Se sei stato a Venezia, ti sarà probabilmente capitato di notare una gondola percorrere dolcemente i canali della città. Snella e leggera, quest’imbarcazione può essere manovrata facilmente da un unico rematore, il famoso gondoliere dal cappello di paglia. Ma ti sei mai chiesto quale sia la sua storia? In quest’articolo Oj Eventi ti svelerà segreti e curiosità di quest’imbarcazione millenaria, divenuta ormai simbolo della città.

Acquista il biglietto per un bel tuor in gondola

La Gondola delle Origini

La prima testimonianza storica della gondola risale a un documento del 1094 in cui si rivela che il suo uso era strettamente privato. Ogni famiglia veneziana ne possedeva una e la utilizzava per muoversi tra i canali della città. Lo scafo piatto la rendeva maneggevole e particolarmente adatta ad essere manovrata anche sui fondali più bassi senza il rischio che si incagliasse. Una curiosità storica interessante riguarda il suo colore: forse non sai che la gondola non è sempre stata nera e che anzi originariamente era ricoperta di dorature e stoffe preziose. Ai tempi della Serenissima scattò addirittura una sfida tra i nobili veneziani per chi possedesse la gondola più sfarzosa, simbolo di potere e ricchezza.

Gondole decorate
Gondole decorate

Per contenere questa nuova moda, nel 1609 venne emanato un decreto che imponeva di verniciare la propria imbarcazione di nero. Ma fu solo nel 1630, anno della terribile pestilenza che decimò la popolazione veneziana, che i nobili cominciarono a rispettare l’imposizione del colore nero in segno di lutto. Da allora la gondola diverrà più snella, asimmetrica e allungata ma manterrà la tradizionale tinta nera lucente che tutti conosciamo.

La Gondola Moderna

Devi sapere che la gondola è un’imbarcazione unica nel suo genere la cui realizzazione è tramandata gelosamente di padre in figlio e di maestro in apprendista. Pensa che per diventare squeraiolo, ossia carpentiere specializzato nella costruzione di gondole, bisogna sostenere un esame e aver svolto almeno 36 mesi di lavoro in uno squero, il cantiere con la piazzola inclinata sul canale che permette l’accesso diretto alle barche.

Grazie alla sua arte e maestria, uno squeraiolo è in grado di costruire una barca che oggi è composta da ben 280 parti e otto tipi di legno diverso: noce, olmo, ciliegio, rovere, larice, abete, mogano e tiglio. Il remo del gondoliere, lungo più di 10 metri, dev’essere invece realizzato in faggio ed è dotato di un’ampia pala in grado di assistere lo sforzo dell’unico rematore nel manovrare una barca di oltre 600 chili. Il fatto di vogare su un unico lato causa inoltre una deriva che viene compensata dall’asimmetria della barca, più larga di 24 cm sul lato sinistro. Insomma, avrai capito che costruire una gondola richiede un’abilità e una tecnica perfezionate nel corso di secoli e secoli. Affascinante, vero?

Il Fero da Prova

Hai presente quel ferro somigliante a un pettine ricurvo che abbellisce la prua delle gondole e che serve a proteggere la barca da eventuali collisioni? Ebbene, il ferro di prua, o fero da prova in veneziano, è forse la caratteristica più interessante della gondola moderna. La sua tradizionale forma ad “S” non è affatto casuale: richiama infatti l’andamento sinuoso del Canal Grande che attraversa la città. I sei “denti” che caratterizzano la parte bassa del ferro stanno invece a simboleggiare i sei sestieri o quartieri di Venezia: Dorsoduro, Cannaregio, San Polo, Castello, San Marco e Santa Croce.

Fero da prova
Fero da prova

Tra l’uno e l’altro dente nelle gondole più recenti si possono scorgere anche delle rifiniture, chiamate “foglie” che indicano tre importanti isole della laguna: Murano, Burano e Torcello. C’è poi un settimo dente che sporge in direzione contraria agli altri e che simboleggia l’isola della Giudecca. L’ampia parte ricurva che adorna la parte superiore del ferro ricorda il cappello del Doge, mentre l’archetto e lo spazio vuoto sottostanti rappresentano il Ponte di Rialto e il Bacino di San Marco. Ci pensi? In un unico fregio sono rappresentati tutti i luoghi simbolo che hanno fatto di Venezia una delle città più famose al mondo.

Sei curioso di conoscere da più vicino questa famosa imbarcazione? Allora non aspettare e prenota il tuo prossimo tour in gondola con Oj Eventi!

Scrivici qui sotto cosa ne pensi e se ti piace l’articolo
Condividilo!

Articolo di Sara Mazzucchi

Iscriviti gratis per ricevere news su Venezia

Prenota un Hotel

Contattaci per assistenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *