Giro in centro a Genova: piazza Raffaele de Ferrari - Oj Eventi

Giro in centro a Genova: piazza Raffaele de Ferrari

piazza Raffaele de Ferrari

Piazza Raffaele de Ferrari– In ogni località che si rispetti si sa che il fulcro della vita cittadina si concentra in due luoghi principali: il centro storico e la piazza. Piazza Raffaele de Ferrari è il luogo di aggregazione più famoso di Genova, emblema della finanza e del commercio.

Dove è situata e l’origine

Situata in pieno centro, tra via xx settembre e piazza Dante, piazza Raffaele de Ferrari in origine si chiamava piazza S. Domenico per la presenza di una piccola chiesa a lui dedicata. La chiesa venne poi demolita negli anni 20 dell’Ottocento per costruire il Teatro Carlo Felice e il palazzo dell’Accademia Ligustica di belle Arti. La piazza che se ne ricavò, nel 1877 prese poi il nome del duca di Galliera De Ferrari, filantropo e banchiere genovese.

La struttura

Come si arriva, l’attenzione è subito rapita dalla grande fontana in bronzo del 1936 di Crosa di Vergani, che diverte i più piccini con i suoi giochi d’acqua (specialmente nel periodo estivo). Sul lato opposto, in tutto il loro splendore, ecco il Teatro Carlo Felice e il palazzo dell’Accademia Ligustica. Proseguendo quindi il percorso sul lato della piazza rivolto verso il centro storico, potrai apprezzare il bel Palazzo Ducale, sede principale di mostre ed eventi.

La ristrutturazione

La fontana così come la conosciamo oggi ha subito nel tempo delle importanti opere di ristrutturazione, grazie al progetto di Bernhard Winkler. Fra gli anni 90 e i primi anni 2000 la piazza è stata integralmente pedonalizzata e ripavimentata in lastricato. Per rendere più suggestiva l’opera sono state aggiunte altre pregevoli vasche. A causa di infiltrazioni e consumi ingenti di acqua, i getti laterali sono stati in seguito disattivati per essere riattivati solo nel 2018, dopo un ulteriore rifacimento.

Perché è famosa la Piazza Raffaele de Ferrari

Questa piazza non è solo un semplice punto di ritrovo. In passato è stata teatro di grandi scontri, in particolar modo durante la seconda guerra mondiale. I continui bombardamenti distrussero completamente il Teatro Carlo Felice, che fu poi riscostruito fra il 1987 e il 1991. Il 25 aprile del 1945, in seguito alla liberazione assistette a diverse parate delle forze partigiane. Non si può infine dimenticare il G8 del 2001 che ebbe luogo proprio a Palazzo Ducale. Poiché la zona era inaccessibile, le aree prospicienti vennero assediate dai manifestanti che cercavano in tutti i modi di accedere alle zone protette.

Come avrete intuito, Piazza Raffaele de Ferrari non è una semplice piazza, ma un vero e proprio simbolo, al pari della Lanterna. Da essa si snodano molteplici percorsi che conducono sino al centro storico. Dinanzi il Teatro Carlo Felice, va ricordata anche la statua dedicata al celebre eroe dei due mondi Giuseppe Garibaldi opera dello scultore Rivalta. Nella sua imponenza, questa statua inaugurata nel 1893 sembra quasi porsi a guardia della piazza, merito anche dello sguardo fiero di Garibaldi, in sella al suo destriero. Piccola e ultima curiosità: durante l’anno, la fontana si illumina di sera per promuovere alcuni eventi. In ottobre si colora di rosa per sostenere il mese della prevenzione contro il tumore al seno, in altri periodi riserva altre sorprese! Non vi resta allora che venire a visitare Piazza Raffaele de Ferrari, godendovi le sue bellezze.

E tu conoscevi la storia di Piazza Raffaele de Ferrari? Hai altri dettagli da suggerire? Scrivici e condividi!

Articolo di Alessandra Longo