Formazione aziendale: come farla e perché è importante - Oj Eventi

Formazione aziendale: come farla e perché è importante

Formazione aziendale

 

Formazione aziendale: come farla e perché è importante

 

In un mercato del lavoro in continua evoluzione, le aziende emergenti sono quelle che riconoscono l’importanza delle attività di team building e di formazione aziendale.

Imparare è come remare controcorrente: se smetti, torni indietro” recita un antico proverbio cinese. E un altro: “L’apprendimento è un tesoro che seguirà il suo proprietario ovunque”.

Due frasi che rimandano all’importanza della formazione aziendale, uno strumento ormai indispensabile per le imprese, che le aiuta a essere competitive sul mercato e le proietta verso il futuro.

 

Un’opportunità di crescita e di evoluzione

La formazione aziendale è un’opportunità di crescita che tocca tutti i livelli della scala gerarchica di un’impresa e riguarda sia gli aspetti tecnici che le relazioni tra individui.

Fare formazione significa dare valore alle persone per aumentare le competenze del singolo e del gruppo di lavoro. Il risultato non è soltanto il miglioramento professionale delle risorse umane, ma anche la crescita del business aziendale.

Le aziende che puntano sulla formazione forniscono ai dipendenti una motivazione e una consapevolezza tali da consentire loro di svolgere i propri compiti al meglio.

Gli obiettivi della formazione sono:

  • offrire al personale delle conoscenzee delle competenze all’avanguardia;
  • colmare lacuneconseguenti ai cambiamenti nell’innovazione tecnologica;
  • sviluppare i talentidimostrati dai lavoratori in ambito professionale;
  • migliorare le competenze trasversali, le cosiddette soft skills.

 

L’attenzione alle risorse umane

 

Risorse umane

Risorse umane

Investire nelle risorse umane è una scelta strategica che può decretare il successo o il fallimento di un’azienda. Lavoratori più qualificati e preparati producono di più, sono più performanti e ricevono stimoli per proseguire positivamente nelle proprie mansioni, concorrendo così al successo aziendale.

Quindi, la formazione diventa uno strumento per migliorare le dinamiche aziendali e per rafforzare le relazioni interpersonali. Inoltre, favorisce il team building e spesso permette persino di trovare nuove nicchie di mercato.

In base all’obiettivo da raggiungere, il training può essere organizzato in vari modi: dai corsi di apprendistato rivolti al singolo lavoratore, alle nuove esperienze made in USA, quali, per esempio, corsi di comic terapia e giochi di ruolo, come il murder party.

Il training aziendale può essere realizzato da un professionista interno o esterno all’azienda, che ha il compito di capire le esigenze dell’individuo o del gruppo. In questo modo si possono elaborare le strategie migliori e focalizzare l’attenzione su target specifici.

 

Formazione aziendale: quali sono i vantaggi?

Destinata a impiegati e dirigenti, la formazione aziendale coinvolge tutti i soggetti che lavorano all’interno di un’impresa e li rende consapevoli e partecipi della mission aziendale.

Il training si inserisce nell’interno di quei processi aziendali che definiscono il percorso utile al raggiungimento degli obiettivi di business.

Senza dubbio, ha numerosi vantaggi:

  • aumenta le competenze e la motivazione dei lavoratori;
  • incrementa la produttività e il rendimento;
  • sviluppa la capacità di problem solving;
  • incentiva lo spirito di squadra;
  • migliora l’organizzazione aziendale;
  • migliora le capacità di comunicazione del singolo e del team;
  • aiuta a gestire i cambiamenti e il conflitto;
  • permette di individuare le priorità.

Tutte queste opportunità si traducono in effetti positivi che valorizzano le capacità degli individui, stimolano la condivisione e favoriscono la creatività.

 

Come fare corsi di formazione aziendale: dall’analisi dei bisogni agli obiettivi

L’improvvisazione è nemica della formazione aziendale e le attività di training devono essere organizzate seguendo precisi step.

La prima fase prevede la raccolta delle informazioni (ad esempio attraverso colloqui one-to-one o focus group) che consentono una più precisa analisi dei fabbisogni.

Questi si suddividono a loro volta in tre differenti categorie:

  • bisogno organizzativo: influenzato dagli obiettivi di business;
  • bisogno professionale: dipende dalla posizione che si occupa nella gerarchia aziendale;
  • bisogno individuale: esigenze dei singoli individui e sviluppo personale.

L’analisi consente al formatore di individuare gli obiettivi che si vogliono raggiungere attraverso il training aziendale e determina gli stadi successivi.

 

I passaggi fondamentali per la riuscita della formazione

1 – Progettare il corso di formazione:

dopo aver definito gli strumenti e i metodi necessari a raggiungere il traguardo, fornire ai dipendenti le nozioni di cui hanno davvero bisogno.

2 – Svolgere il corso di formazione:

in aula, outdoor o tramite piattaforme di e-learning, prediligendo attività interattive che stimolano la partecipazione e riducono i momenti di distrazione.

3 – Misurare i risultati e l’efficacia della formazione:

tramite l’acquisizione, la comprensione, l’organizzazione dei dati e l’esposizione dei contenuti.

È importante monitorare i risultati per valutare l’efficacia della formazione e dei corsi scelti e stabilire dei follow-up successivi che analizzino questi risultati.

Se necessario, si può procedere alla revisione del progetto per poi verificare l’applicabilità delle competenze sviluppate e il loro impiego effettivo nel lavoro.

 

Il metodo S.M.A.R.T.

Metodo S.M.A.R.T.

Metodo S.M.A.R.T.

Gli obiettivi della formazione aziendale devono rispondere ai principi del metodo S.M.A.R.T. illustrato dall’economista e saggista Peter Drucker nel suo libro “Le sfide del Management nel XXI Secolo”. Il metodo S.M.A.R.T. è parte integrante della filosofia di gestione aziendale MBO (Management by Objectives).

Per stabilire se gli obiettivi sono validi, sono stati definiti cinque criteri, che corrispondono ai termini anglosassoni che compongono l’acronimo S.MA.R.T.

S = Specific (Specifico)

M = Measurable (Misurabile)

A = Achievable (Raggiungibile)

R = Realistic (Realistico)

T = Timely (Temporizzabile)

In un contesto di continui cambiamenti, un’azienda che rimane statica sulle proprie conoscenze e capacità è destinata ad essere “superata” a livello di mercato. Esistono sempre aree di miglioramento ed interventi utili volti a una maggiore competitività e alla soddisfazione professionale dei propri dipendenti.

Grazie alla formazione aziendale, le imprese hanno l’opportunità di affrontare e superare le sfide del presente per guardare a un futuro fatto di crescita, progresso e successi.

 

E voi avete mai sperimentato un progetto di formazione aziendale? Se sì, in qualità di formatore o come partecipante? Lasciateci un commento sulla vostra esperienza!

Articolo di Laura Vanoli

Iscriviti per ricevere news 

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza

 

[the_ad id=”80262″]