Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Firenze Santa Maria Novella: un passato che non muore mai

 

Firenze Santa Maria Novella

“Firenze Santa Maria Novella” è la canzone che Pupo ha dedicato nel 1980 alla sua città natale. Alcune strofe dicevano: “i primi pendolari la mattina […], raggio di sole arriva il nuovo giorno, gente che va giurando un ritorno. Perché a Firenze sulla mia parola, non vedi niente in una volta sola…” In queste poche righe troviamo due riferimenti. Il primo, alla stazione del centro storico. Il secondo, a quanto Firenze sia ricca di cose da vedere e visitare, dato che è difficile poter ammirare tutte le sue bellezze andandoci una volta sola.

Normalmente, quando parliamo di Firenze Santa Maria Novella, si tende a pensare soprattutto alla stazione, approdo di turisti e non solo. Ma sotto questa accezione troviamo anche una piazza, una chiesa, e perfino un’officina profumo-farmaceutica. Sei curioso di saperne di più? Continua a leggere l’articolo!

Stazione di Firenze Santa Maria Novella

Come ogni stazione importante che si rispetti, quella di Firenze Santa Maria Novella ospita ben 19 binari. Da essa partono e arrivano anche i treni dell’alta velocità per collegare il capoluogo toscano alle altre città importanti d’Italia, che purtroppo non sempre rispettano gli orari previsti. Tuttavia, chi va alla stazione non lo fa solo per usare il treno, ma anche per andare a fare shopping nei negozi. Infatti al suo interno vi è una vera e propria galleria commerciale. Gli acquisti che potrai fare spazieranno dall’abbigliamento all’intimo, a quelli legati alla bellezza e alla cura del corpo. Qui potrai poi trovare parrucchieri, gioiellerie, gelaterie e tanto altro ancora.

Nella parte sotterranea della stazione vi è poi un parcheggio molto comodo per chi è intenzionato a passare una serata in centro, ma che vuole avere la comodità di posteggiare la macchina nelle vicinanze. Tuttavia è molto caro. Quindi, se abiti in una casa o soggiorni in un b&b non troppo distanti dalla stazione, ti conviene andarci a piedi o usando la tramvia. Altro punto di forza della stazione di Firenze Santa Maria Novella, è quello di essere vicina a tutti i punti nevralgici del centro storico. È normale infatti vedere ondate, fiumane di turisti, che una volta usciti dalla stazione, si incamminano verso Via de’ Cerretani e  Via Panzani, per raggiungere il Duomo, gli Uffizi, Piazza della Signoria, che distano non più di 15-20 minuti di camminata dalla stazione. 

La Piazza e la Basilica

Ai piedi della piazza di Firenze Santa Maria Novella sorge la basilica.

  1. La piazza fu realizzata a partire dalla fine del 1200 per essere terminata nel 1334. A causa della sua costruzione furono abbattute diverse case, ma almeno fu da subito utilizzata per accogliere i sempre più numerosi fedeli. Una curiosità: lo sai che all’epoca esistevano due piazze di Firenze denominate di Santa Maria Novella? Infatti quella che noi oggi chiamiamo Piazza dell’Unità, con l’arrivo di quest’altra piazza (che fu battezzata Piazza Nuova di Santa Maria Novella) è diventata la Piazza Vecchia di Santa Maria Novella.
  2. La basilica è la grande e monumentale chiesa di Firenze Santa Maria Novella caratterizzata da uno stile gotico. La sua facciata, iniziata tra il XIII ed il XIV secolo, fu terminata nella seconda metà del ‘400 su progetto di Leon Battista Alberti innestandosi sull’opera già preesistente dell’epoca medievale. Infatti le tombe e il rosone invece di essere smantellate, divennero i fulcri della nuova facciata e da lì è partito tutto il resto dell’abbellimento di una chiesa che ci parla con i suoi ricchi simboli. Uno fra tutti lo troviamo al centro del timpano, dove è raffigurato il sole, “principio cosmico rigeneratore dal volto di Gesù bambino”. La facciata della chiesa non è però solo bella da ammirare. Infatti essa ospita anche due strumenti astronomici. A sinistra troviamo la sfera armillare che individua l’esatto momento del punto solare a mezzogiorno e a destra lo gnomone, cioè un orologio solare che consente di individuare gli Equinozi e il Solstizio d’Inverno.

Officina profumo-farmaceutica di Firenze Santa Maria Novella

Più che una farmacia è una vera e propria opera d’arte. Questo lo puoi vedere anche solo varcando l’ingresso. Appena entrato ti troverai nella grande Sala vendita dotata di affreschi meravigliosi. Poi c’è la Sala verde che venne costruita tra il 1335 ed il 1337 e l’Antica Spezieria, oggi Erboristeria. Abbiamo la Sagrestia dove venivano conservate le acque distillate e per questo chiamata “Stanza delle acque”. Il museo, dove si possono trovare oggetti fatti di rame e di bronzo e antiche ceramiche. Infine, il luogo deputato al relax, la Tisaneria, dove potrai riposarti sorseggiando una tisana.

 

E tu? Sei mai stato a visitare le meraviglie di Firenze Santa Maria Novella? Scrivilo nei commenti

Articolo e foto di Sonia Lavoratti

Iscriviti gratis per ricevere news su Firenze

Prenota un Hotel

Contattaci per assistenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *