Cosa vedere a Roma: la Fontana della Barcaccia - Oj Eventi

Cosa vedere a Roma: la Fontana della Barcaccia

fontana della barcaccia

Cosa vedere a Roma: la Fontana della Barcaccia

 

fontana della barcaccia

La Fontana della Barcaccia è fra le più celebri realizzate da Bernini. Per citarne altre: la Fontana del Tritone e quella dei Quattro Fiumi.

Oggi parleremo della Fontana della Barcaccia, visitata ogni giorno da migliaia di turisti.

L’opera si trova al centro di Piazza di Spagna. Papa Urbano VIII incaricò Bernini per la costruzione di questo monumento, che venne realizzato fra il 1626 e il 1629.

Il pontefice ne commissionò anche altre a Bernini, in quanto aveva un preciso e ambizioso progetto in mente: ornare le piazze più frequentate di Roma con delle fontane pubbliche. 

 

Storia del nome e della forma della Fontana della Barcaccia

Lo scultore realizzò la Fontana dandole la forma di un’imbarcazione, ma perché proprio una barca?

Vi sono diverse supposizioni in merito. La prima si basa sul fatto che, nella zona dove la Fontana è stata costruita, esisteva una naumachia, ovvero uno spazio che veniva allestito per svolgere giochi che riproducevano battaglie navali.

Secondo un’altra versione più accreditata, Bernini si ispirò a un episodio accaduto nel 1598. Un giorno una barca in secca era stata portata lì in piazza dal Tevere in piena.

Riguardo il suo nome invece, venne chiamata così in quanto con questo termine ci si riferiva, in passato, alle imbarcazioni che venivano utilizzate sul Tevere.

La Fontana è posta al centro di Piazza di Spagna e l’acqua zampilla generosamente da due soli posti alle due estremità della Barcaccia e da un catino che si erge centralmente.

Potrete notare che il monumento non è a livello del terreno, ma leggermente al di sotto. Questo presumibilmente per consentire di risolvere un piccolo problema tecnico: la scarsa pressione dell’acqua che non permetteva il funzionamento tecnico dell’opera. 

L’imbarcazione raccoglie l’acqua che sgorga dai due soli e sembra così che stia affondando. I getti vengono in seguito raccolti in un grande bacino posto sotto la barca, esternamente ad essa. 

Ai lati della Fontana possiamo vedere gli stemmi papali nei quali si possono scorgere delle api, simbolo araldico della famiglia Barberini. Le api, per lo stesso motivo, sono presenti anche in altre fontane, commissionate da Papa Urbano VIII e realizzate da Bernini. Fra queste possiamo annoverare la modesta Fontana delle Api e quella del Tritone

 

Piazza di Spagna: una delle piazze più celebri di Roma ospita la Fontana della Barcaccia 

La Fontana della Barcaccia si trova in una delle piazze più visitate di Roma. Anche in passato era uno dei luoghi più trafficati della Capitale ed è per questo che Papa Urbano volle far costruire una fontana anche qui. 

Nel XV secolo Piazza di Spagna divenne molto importante anche dal punto di vista commerciale. Qui erano presenti alberghi, ostelli e case abitate da stranieri. Questi ultimi venivano ad abitare qui, attirati dalle rappresentanze dei governi francese e spagnolo che risiedevano nella zona.

La particolarità per eccellenza di Piazza di Spagna è senz’altro la Scalinata di Trinità dei Monti. Ogni turista che visita Roma, vuole percorrere la splendida Scalinata per poi poter proseguire con una passeggiata al Pincio. Dopo aver salito la Scalinata, ci ritroveremo davanti alla chiesa della Santissima Trinità dei Monti. Alla passeggiata del Pincio, si può accedere non solo da qui, ma anche da Piazza del Popolo, dal Viale di Villa de Medici, dal Viale delle Magnolie e da Villa Borghese. In ognuno dei questi casi, otterrete lo stesso risultato: una vista spettacolare.

 

Altre celebri fontane del Bernini: la Fontana del Tritone

La Fontana del Tritone è un’altra opera di Bernini. Questa si trova a Piazza Barberini e il celebre scultore la realizzò fra il 1642 e il 1643. Rappresenta quattro delfini che intrecciano le loro code e possiamo osservare una tiara papale e tre api. Ricordiamo che le api erano il simbolo araldico della famiglia Barberini. L’imponenza della fontana è data soprattutto dalla figura del tritone che emerge dalla conchiglia che sorreggono i quattro delfini. Il tritone soffia attraverso una conchiglia tortile e sembra che l’acqua fuoriesca dalla buccina proprio grazie al suo possente fiato!

 

Altre celebri fontane del Bernini: la Fontana dei Quattro Fiumi

Altro capolavoro del Bernini in tema di fontane è senz’altro la Fontana dei Quattro Fiumi. Si trova a Piazza Navona ed è carica di simbolismo. Le imponenti statue di marmo sono collocate su una scogliera. Le statue antropomorfe rappresentano quattro fiumi. Quali? Il Danubio, il Gange, il Nilo e il Rio del al Plata. Ciascun fiume rappresenta uno dei continenti che al tempo erano conosciuti! Il Danubio simboleggia l’Europa e la statua presenta lo stemma della famiglia Pamphilij. Il Gange rappresenta ovviamente l’Asia e tiene in mano un bastone che sta a simboleggiare la sua facile navigabilità. Il Nilo, invece, viene raffigurato col capo velato in quanto le sorgenti del Nilo erano al tempo sconosciute. Questo rappresenta il continente africano. L’ultimo invece, il Rio de la Plata, simboleggia l’America ed è stato scolpito con un sacco pieno di monete preziose!

 

Come arrivare alla Fontana della Barcaccia?

È sconsigliabile girare per il centro di Roma con la macchina e i mezzi pubblici, inoltre, ci permettono di visitare la città evitando il traffico!

Se siete a Roma Termini, una delle principali stazioni di Roma, potete prendere la metro A in direzione Battistini. Dopo sole tre fermate potrete scendere a “Spagna” e vi troverete in una delle piazze più belle di Roma! Le linee della metropolitana a Roma sono due: la metro A e la metro B. La metro A percorre molte delle più importanti attrazioni turistiche nella Capitale: Piazza di Spagna, Piazza Barberini, i Musei Vaticani e tante altre. La metro B, solitamente meno affollata della A, vi permetterà di visitarne altre, fra cui anche il simbolo della Città Eterna: il Colosseo.

 

E tu hai mai visto la Fontana della Barcaccia? Quali sono le fontane più belle che hai avuto il piacere di vedere a Roma? Faccelo sapere nei commenti!

Articolo di Teresa Medori

Aggiornato da Teresa Medori il 17/03/2022

Iscriviti per ricevere news su Roma

Scopri gli eventi su Roma

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza