Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Come usare in modo corretto il termine briefing

 

briefing

Briefing, attualmente, è un termine che si sente spesso usare in ambito lavorativo ma non solo. Per questo motivo è importante sapere qual è il suo significato in modo tale da poterlo impiegare al meglio in un discorso, evitando le brutte figure. Se ti stai accorgendo che fino a ora l’hai usato a sproposito e senza conoscere la sua corretta traduzione in italiano, sei nel posto giusto. In questo articolo ti spiegheremo come usare al meglio la parola “briefing”. 

Cosa significa?

La traduzione letterale di briefing dall’inglese è: “riunione. Invece di usare il termine italiano a volte si impiega il suo corrispettivo anglosassone perché si vuole descrivere un’azione più mirata. Infatti briefing non definisce una classica aggregazione di persone che discutono e approfondiscono alcuni argomenti definiti all’interno di un ordine del giorno. Piuttosto descrive un momento in cui si forniscono informazioni utili per lo svolgimento di un compito a tutti i collaboratori.

Si tratta di un’occasione aggregativa che serve anche per fare il punto della situazione, tirare le somme di ciò che si è svolto e vedere quello che, invece, manca ancora all’appello. All’adunanza può seguire anche un documento che prende il nome di brief. Questo termine ha la stessa radice di briefing e significa “breve”. Sta a descrivere un piccolo fascicolo dove sono raccolte tutte le linee guida da seguire, che sono state preventivamente discusse nella riunione.

In che ambiti si usa il termine briefing?

La parola briefing è nata nell’ambito militare; è l’ufficiale più in alto di grado che chiama a raccolta i suoi sottoposti per fare il punto della situazione e istruire ognuno sulle prossime mosse da seguire. Tale termine è stato ripreso dalle aziende come sinonimo di riunione lampo, in cui i capoufficio convocano i dipendenti per fornir loro informazioni circa un nuovo lavoro o incarico. In un’azienda è fondamentale usare questo tipo d’incontri, non sono solo gli stacanovisti che li pianificano, in quanto la buona organizzazione è alla base di un ottimo risultato. Gli ambiti presso i quali se ne fa largo uso sono gli uffici di marketing, agenzie di media e pubblicità e tutti quegli impieghi in cui si alternano lavori differenti richiesti da vari committenti.

Si definisce briefing anche una piccola conferenza stampa fatta da personaggi famosi con i giornalisti. Questi incontri hanno il fine d’informare l’opinione pubblica sui progetti in corso e quelli futuri della star. Attualmente molti telefoni cellulari forniscono delle app di brefing che permettono all’utente di vedere un riassunto delle notizie più rilevanti. Sono delle funzionalità che riuniscono in una sola schermata tutti i fatti importanti accaduti nelle ultime ore. Questo dà modo all’utilizzatore di avere un quadro completo di ciò che succede nel mondo e permettere, qualora si voglia, di approfondire un particolare argomento.

I termini briefing e debriefing non sono sinonimi

Aggiungendo il prefisso “de” alla parola briefing si ottiene un nuovo termine: debriefing. Questo ha un significato totalmente differente dal primo infatti si usa in ambito medico psicologico. L’unico elemento che le due parole hanno in comune è il fatto che si opera in gruppo. Infatti il debriefing è un incontro d’emergenza con persone che hanno subito un trauma. Si parla di soccorritori che hanno assistito a un evento catastrofico, come un terremoto o grave incidente stradale. Su di questi opera uno psicoterapeuta quasi in tempo reale, agisce dalle 24 alle 96 ore dopo l’accaduto senza procrastinare troppo la terapia. L’urgenza dell’azione evita che ci siano conseguenze emotive dannose sulle persone.

Conoscevi già i vari ambiti d’utilizzo del termine briefing? Hai scoperto in questo articolo qualcosa di nuovo? Faccelo sapere in un commento.

Articolo di Karen Angelucci

Iscriviti gratis per ricevere news

Dove dormire?

Dove mangiare?l

Contattaci per assistenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *