Castelnovo ne' Monti: come è nata e le sue meraviglie - Oj Eventi

Castelnovo ne’ Monti: come è nata e le sue meraviglie

castelnovo ne monti

Meraviglie naturali a Castelnovo ne’ Monti

 

Perfino Dante nella sua Divina Commedia non ha rinunciato a passare a Castelnovo ne’ Monti, quindi perché rinunciare ad un posto così unico? Castelnuovo ne’ Monti è un comune italiano di 10mila abitanti in provincia di Reggio Emilia. Si estende ai piedi della Pietra di Bismantova, attrazione unica per gli amanti degli splendidi paesaggi, simbolo del Parco Nazionale dell’Appenino Tosco Emiliano. Non per ultimo, posizionata tra le prime “città del buon vivere”, è sicuramente una meta che può piacere a chiunque.

 

Com’è nato Castelnovo ne’ Monti e a cosa si deve questo particolare nome?

Matilde di Canossa

Matilde di Canossa

La storia del paese parte in realtà da una delle sue frazioni, Virola, nato come un piccolo paesino verso i primi del Mille. Più tardi, Matilde di Canossa donò il borgo all’abate del monastero sant’Apollonio di Canossa. In quel periodo furono erette diverse fortificazioni, tra cui il “Castrum Novum” o Castello Nuovo, da cui prende il nome a località. Attualmente, infatti, il paese prende il nome di Castelnuovo Monti, tradotto nel dialetto locale in Castelnovo ne’ Monti. Due secoli più avanti Dante visitò il territorio, rimanendo colpito dalla conformazione, tanto da inserirlo nel Purgatorio della sua opera, con Matilde di Canossa, che fu signora di questi luoghi, sulla sommità.

 

Alla scoperta dell’aria montana tra foreste e meravigliosi picchi

Pietra di Bismantova

Pietra di Bismantova

Situato nell’Appenino reggiano, sede di caratteristici paesini come Casalgrande, si colloca in una conca tra tre colline ricoperte da una folta foresta di quercia e faggi, è a 700 metri d’altezza, luogo ideale per chi ama le passeggiate nella natura o, per i più sportivi, un’escursione nelle foreste. E a proposito di escursioni numerosi sono i percorsi che portano fin in cima alla Pietra di Bismantova. Questa particolare conformazione rocciosa è nota per essere isolata ed avere la forma di una nave. Con un’altezza di 300 metri svetta sulla conca e si crede si sia formato in epoca Miocene, in cui un clima tropicale fece sì che la zona fosse ricoperta dall’acqua. Ancora adesso si ritrovano queste testimonianze, un’attrazione irresistibile per gli amanti e non dell’archeologia. A proposito il paese organizza tre percorsi di archeotrekking. Il primo percorso si avvolge ad anello attorno alla Pietra ed ha durata di 3h. Il secondo vista il Parco archeologico di Campo Pianelli per concludere in una passeggiata storico-naturalistica, con la durata di 2h. Infine, l’ultimo vista il Santuario e l’Eremo di Bismantova, con presentazione dei principali ritrovamenti archeologici, con la durata di 1h. È inoltre presente un piccolo parco giochi per i bambini.

E per completare l’immersione in questo unico territorio bisogna visitare i Gessi Triassici, spettacolari affioramenti di oltre 200milioni di anni, con cavità contenenti cristalli di ogni forma e dimensione.

 

Castelnovo ne’ Monti è molto altro

Conosciuto soprattutto per le sue meraviglie naturalistiche, il paese è in grado di offrire anche graziose opere architettoniche. Rimanendo nel verde a ridosso del centro storico di Castelnovo ne’ Monti sorge l’altura Monte Castello, oggi una delle tre pinete che caratterizzano il centro urbano, oltre a Monte Bagnolo e Monte Forco. Al suo interno numerosi sono i percorsi, alcuni dei quali ci portano all struttura che da il nome alla collina: un antico castello di epoca matildiana, un tempo proprietà della famiglia Canossa. Del castello rimangono ad oggi solamente delle rovine, ma queste ultime stanno venendo fortemente valorizzate dal paese. Come già accennato assolutamente da visitare è l’Eremo Benedettino. In parte incastonato nella Pietra di Bismantova, edificato nel 1617, continente al suo interno un affresco della Madonna di Bismantova risalente al XV secolo e metà di pellegrinaggi.

Fino alla metà del ‘500 il territorio fu feudo dei Dallo da Bismantova. Essi costruirono un Palazzo Ducale di notevoli dimensioni, immerso nel verde dei giardini di Bagnolo, sosta ideale per bambini e adulti.

Il Centro storico del paese di origine medievale, ma recentemente ristrutturato, oltre a offrire scorci come il lavatoio o la piazza delle Armi, offre vari negozi, bar e ristoranti, tutti costruiti mantenendo le origini architettoniche.

Altro castello presente in zona è il Castello di Felina, di cui si ha una testimonianza fin dal IX secolo, proprietà di un parente stretto di Federico II. In seguito, il castello passa in proprietà a Matilde di Canossa, assumendo un ruolo importante nella giurisdizione del territorio. Ad oggi del castello rimane, però, solo il torrione, chiamato “il Salame”.

 

Eventi da non perdere a Castelnovo ne’ Monti

Se siete in cerca degli eventi che fortemente caratterizzano il territorio Castelnovo ne’ Monti è quello che fa per voi. L’ultimo fine settimana di settembre si svolge la Fiera di San Michele, centro di esposizioni di rilevanza regionale. Qui è presente l’unico mercato di bestiame ancora presente in provincia, accompagnato da convegni per valorizzare il settore agricolo. Altro punto chiave degli eventi del paese è la produzione agroalimentare a km0. La terza domenica di maggio si svolge, infatti la Fiera di Maggio, in cui si espongono i vari prodotti dell’artigianato e dell’agricoltura, oltre ad una Fiera per bambini, con luna park e giochi per i bambini di tutte le età. A luglio, della frazione di Felina, si svolge il Festival di Cittaslow, rete internazionale delle città del buon vivere, in cui Castelnovo ne’ Monti fa parte da 15 anni.  Per tutto il periodo estivo, ogni lunedì mattina, in Piazza Peretti si svolge il Mercato del Contadino, mentre ogni domenica si svolge il Mercato dell’antiquariato.

Numerosi sono inoltre gli eventi culturali nei dintorni del paese, come la mostra in onore di Fellini, genio della storia del cinema, o una mostra antologica sulla pittura di Felice Casorati nel vicino paese di Traversetolo.

Voi ci siete state a Castelnovo ne’ Monti? Che ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti

 Articolo scritto da Matteo Francesco Pino

Iscriviti per ricevere news su Reggio Emilia

Scopri gli eventi su Reggio Emilia

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza