Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il Castello di Masino: un luogo da fiaba a pochi passi da Torino

 

Castello di Masino
Castello di Masino

Castello di Masino – Edificio millenario appartenuto alla nobile famiglia dei Valperga, il Castello di Masino è una delle più belle residenze del Canavese. Situato su una splendida collina a pochi passi dalla città di Torino, il castello è gestito dal Fondo Ambiente Italiano ed è visitabile per gran parte dell’anno. Se ami l’architettura e la storia e allo stesso tempo ti piace essere immerso nel verde, questa è la meta che fa per te. Leggi l’articolo e scopri le bellezze che possono offrirti quest’antica dimora e il parco secolare che la circonda.

Il Castello di Masino: alcuni cenni storici

Le origini del castello risalgono all’XI secolo. Il casato dei Valperga, che secondo la tradizione discendeva dal famoso primo re d’Italia Arduino d’Ivrea, decise di far costruire questa fortezza in una posizione strategica, ovvero su un’altura che dominava la vasta piana del Canavese. Nel XVI secolo la famiglia ha fatto demolire il vecchio edificio e lo ha ricostruito, conferendogli la funzione di dimora signorile. Nel corso dei secoli il Castello di Masino è stato arricchito di splendidi affreschi, saloni sfarzosi e un grandioso parco che ancora oggi mantiene un fascino senza tempo. L’ultima abitatrice della residenza è stata la moglie del conte Cesare Valperga, Vittoria Leumann. Alla sua morte il figlio ha ceduto il castello al FAI, per dare la possibilità a tutti di visitare e ammirare questo gioiello architettonico del Piemonte.

Il Castello di Masino: gli interni

La dimora dei Valperga offre ai visitatori diverse attrattive. Se ami l’arte in tutte le sue forme, non puoi mancare di ammirare gli splendidi interni del castello. Sicuramente rimarrai incantato dal Salone da Ballo, dotato di ampie finestre che si affacciano sul parco secolare. Di notevole fascino anche la Galleria dei Poeti e il Salone degli Dei. Se sei invece un appassionato di libri antichi, potrai richiedere una visita guidata alla biblioteca ospitata all’interno della dimora. Circondato da un arredo del 1700 in ottime condizioni, ti sarà possibile conoscere la ricca collezione dei Valperga, composta da venticinquemila volumi, attraverso itinerari tematici organizzati dal FAI. In un edificio staccato dal palazzo è presente il Museo delle Carrozze, dove potrai fare un passo indietro nel passato, meravigliandoti di fronte a dodici carrozze ottocentesche realizzate dai migliori costruttori italiani dell’epoca.

Il Castello di Masino: il parco

Il palazzo è immerso in un enorme parco visitabile. Risale al 1700 ed è stato strutturato seguendo lo stile all’inglese. Si estende per diversi ettari e sarai in grado di percorrerlo attraversando la strada che lo attraversa per intero e che si allunga fino alla località di Strambino. Al suo interno è presente uno dei più grandi labirinti d’Italia. Ispirato alla tortuosa costruzione della mitologia greca, le prime testimonianze scritte sul labirinto del castello risalgono alla metà del 1700. Recentemente è stato ristrutturato seguendo con precisione il disegno dell’originale presente negli archivi e utilizzando circa duemila piante di carpini. Se sei curioso e vuoi metterti alla prova, sfida gli intricati vialetti del labirinto! E se non riuscissi a ritrovare la via giusta non temere: al suo centro c’è infatti una torretta da dove potrai scorgere l’uscita.

Il Castello di Masino: orari e tariffe

La dimora si trova in Via Al Castello 1 nel comune di Caravino. Se sei in auto puoi raggiungerlo prendendo da Torino l’autostrada A5, uscita Scarmagno. È possibile raggiungere il luogo anche in bus, prendendo il 265 o il 4154. Il castello e il parco solitamente aprono i primi giorni di marzo dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18. Il biglietto intero per il castello è di €14, quello per il parco e il labirinto è di €10. Per gli iscritti FAI l’ingresso al castello e al parco è gratuito. Sono presenti agevolazioni e ingressi ridotti per i giovani, i bambini e i gruppi.

E tu sei curioso di scoprire le meraviglie che può offrirti il Castello di Masino?

Scrivici qui sotto cosa ne pensi e se ti piace l’articolo
Condividilo!

Articolo di Chiara Orlando

Iscriviti gratis per ricevere news su Torino

Dove dormire?

Dove mangiare?l

Trasporti?

Contattaci per assistenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *