Casa di Giulietta: un viaggio tra storia e leggenda - Oj Eventi

Casa di Giulietta: un viaggio tra storia e leggenda

casa di giulietta

La Casa di Giulietta: un viaggio tra storia e leggenda

casa di giulietta

Casa di Giulietta – Chi non conosce la storia appassionata di Romeo e Giulietta? Nota per l’omonima tragedia shakespeariana, è divenuta celebre in tutto il mondo come la vicenda d’amore più tristemente romantica di tutti i tempi. Ma cosa c’è di vero in essa? Scopriamolo insieme con questo articolo! Ti racconteremo l’opera del Bardo, ti sveleremo cosa si nasconde dietro la sua leggenda e ti parleremo del luogo dove tutto ebbe inizio: la Casa di Giulietta.

 

La Casa di Giulietta: la tragedia di Shakespeare

La storia di Romeo e Giulietta è conosciuta in tutto il mondo grazie alla tragedia omonima dell’autore inglese William Shakespeare. In essa si narrano le vicende di due famiglie veronesi in perenne lotta tra loro: i Montecchi, il cui rampollo era Romeo, e i Capuleti, di cui Giulietta era la giovane erede. Una sera i Capuleti danno una festa per celebrare il prossimo matrimonio tra Giulietta e il duca Paride. È proprio in quest’occasione che Romeo e Giulietta si incontrano per la prima volta e il loro è amore a prima vista. Una volta scoperto di essere membri delle due famiglie rivali e quindi consapevoli che nessuno avrebbe mai accettato la loro unione, si sposano in segreto con l’aiuto di frate Lorenzo.

Prima che possano fuggire insieme, però, Romeo uccide in duello il cugino di Giulietta, Tebaldo, ed è costretto all’esilio. Per impedire il proprio matrimonio con Paride, Giulietta prende un farmaco che la fa sembrare morta e viene seppellita nella tomba di famiglia. Romeo avrebbe dovuto ricevere una lettera in cui la sua amata lo avvertiva del suo piano, ma la sorte non è a loro favore e il giovane, credendo che Giulietta sia davvero morta, si avvelena al suo capezzale e si uccide. Una volta risvegliatasi, anche Giulietta si uccide per il dolore, stavolta col pugnale dell’amato. La loro morte diviene un grande lutto sia per i Montecchi che per i Capuleti, ma anche il gesto necessario a riappacificare le due famiglie.

 

La Casa di Giulietta: la storia e la leggenda

Questo è quanto narra Shakespeare. Storia o leggenda? La vicenda in sé è frutto della mente del Bardo, ma col tempo gli studiosi hanno riscontrato similitudini con luoghi e personaggi effettivamente vissuti a Verona. Ad esempio, la famiglia dei Montecchi era davvero presente nella città scaligera almeno fino ai tempi di Dante Alighieri. La loro casa si trova ancora oggi in via Arche Scaligere. E che dire dei Capuleti? Il nome ha subìto una piccola variazione nel testo shakespeariano, ma anche i Cappelletti vissero a Verona contemporaneamente ai Montecchi, in via Cappello. La loro casa, a pochi passi da Piazza Erbe, è facilmente riconoscibile da un segno storico: uno stemma raffigurante un cappello, proprio sulla cima dell’arco d’ingresso.

Ma per quanto riguarda Romeo e Giulietta? Su di loro non è stato trovato nulla che dimostri la loro effettiva esistenza. La tragedia shakespeariana è la prima a parlarne, ma tutto fa supporre che si tratti di due personaggi stereotipati della letteratura amorosa. Del resto, storie di relazioni impossibili sono sempre state scritte! L’esempio che più vi si avvicina, e che potrebbe essere stato d’ispirazione per Shakespeare, si trova nelle Metamorfosi di Ovidio: Piramo e Tisbe. Anch’essi amanti appartenenti a famiglie rivali, tentarono la fuga, ma Tisbe incontrò una leonessa che le strappò il velo, facendo credere a Piramo che fosse stata divorata e spingendolo ad uccidersi, sorte condivisa poi da Tisbe quando lo trova morto.

 

La Casa di Giulietta: com’è adesso

Storia e leggenda si uniscono però in un luogo ben preciso: la Casa di Giulietta. È proprio qui che, secondo la leggenda, Romeo e Giulietta si incontrarono per la prima volta ed è proprio qui che, storicamente parlando, visse la famiglia Capuleti, o meglio Cappelletti. Fonti non del tutto certe dicono che questa antica famiglia provenisse da Cremona e si fosse trasferita a Verona per proseguire lì il mestiere di farmacisti. Tra il XVII e il XIX secolo la casa divenne poi una sorta di ostello e subì numerose trasformazioni, fino a diventare l’attrazione turistica che è oggi. Via Cappello è perennemente gremita di turisti, che si ammassano fuori e all’interno del cortile della Casa di Giulietta per ammirarne tutta la sua romantica bellezza.

Fino all’autunno 2019, la Casa di Giulietta era facilmente riconoscibile anche per la notevole quantità di bigliettini e scritte che ne ricoprivano le pareti. Si trattava di una tradizione delle coppiette di turisti, che vi lasciavano pensieri, auguri, ricordi e speranze su di sé, su Romeo e Giulietta o sull’amore in generale. Le tante gomme da masticare con cui venivano infissi, però, avevano rovinato le pareti e dopo una lunga pulizia si è deciso di coprirle con pannelli bianchi e di vietare ulteriori danni anche con multe fino a 3.000 euro o, in alternativa, persino con un anno di prigione! Se deciderai di passare a visitare la Casa di Giulietta, quindi, abbine rispetto. Non te ne pentirai.

Ora sai tutto su Romeo e Giulietta, dalla loro immortale leggenda shakespeariana alla vera storia delle famiglie Montecchi e Capuleti, fino alla Casa di Giulietta. Conoscevi già quello che ti abbiamo raccontato in questo articolo o è stato una piacevole scoperta?

 

Scrivici qui sotto cosa ne pensi e se ti piace l’articolo
Condividilo!

Articolo di Francesca Martelli

Iscriviti per ricevere news su Verona 

Scopri gli eventi su Verona

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza