Candia, un tesoro piemontese tutto da scoprire! - Oj Eventi

Candia, un tesoro piemontese tutto da scoprire!

Candia

Candia, un tesoro piemontese tutto da scoprire!

 

Candia

Viaggiatori, pronti a scoprire Candia? Se state programmando una gita targata Piemonte, oggi parleremo di un piccolo ma imperdibile comune da aggiungere alle vostre tappe!

A 36 chilometri dalla splendida Torino, tra boschi, resti di chiese ed antichi castelli, questa perla nascosta risplende di tradizioni, storia e leggende. I tanti sentieri che la circondano portano ad una moltitudine di caratteristici borghi e paesini, facilmente raggiungibili con rilassanti camminate nella natura.

Candia conta poco meno di 2.000 abitanti, adagiata sul Monte Santo Stefano a 330 metri d’altezza regala ad ogni suo visitatore delle viste mozzafiato. Ad alimentare la vegetazione degli splendidi paesaggi è il vicino lago, derivante da ghiacciai ormai scomparsi e garante della fertilità del terreno. È proprio grazie a questo specchio d’acqua ed alla fertile terra che questo comune venne scelto per coltivazioni e pesca. Insomma, una vera e propria ricchezza naturale fin dalla sua fondazione, avvenuta in epoca romana.

La quiete che aleggia nella fresca aria del luogo, tra vicoli ed umili case, nasconde un tribolato passato, fatto di aspre guerre ed assedi. Oggi il comune si racconta nella sua tranquillità ma… Più si scopre di questo splendido e contraddittorio luogo, più si rivela una continua sorpresa!

 

Dalla preistoria ad oggi: il Lago di Candia 

Una delle attrazioni più antiche e rinomate di questa zona del Canavese è il Lago di Candia. Questo bacino lacustre è un sito d’interesse comunitario che vanta una biodiversità non indifferente, con una fauna ed una flora molto ricche. Per non parlare di una storia molto interessante.

In un lontano passato, al posto del lago vi era un silente e maestoso gigante: il Grande Ghiacciaio Balteo. Con il ritirarsi del ghiacciaio valdostano, nacquero diverse aree paludose e l’attuale lago, una delle zone più umide di tutta la regione. Data la grande varietà di piante, animali e siti accoglienti per gli uccelli migratori, è entrato anche a far parte di una lista di luoghi protetti.

Profondo quasi 8 metri e con una superficie superiore ad 1.5km, ha una flora composta da più di 400 specie. Tra queste ultime sono presenti moltissimi fiori dai colori sgargianti, che adornano il bacino abbellendolo. Anche la tipologia di fauna assume un ruolo rilevante nel sottolinearne l’unicità: il lago attira moltissimi volatili, rendendolo un perfetto punto per studi ornitologici. La pesca è stata per molto l’unica fonte di sostentamento per la popolazione locale, oggi viene però limitata per conservare le specie uniche poiché autoctone.

 

Avventura e sport nella natura incontaminata

Il lago è parte di un parco naturale, che nel 1995 si è aggiudicato il titolo di primo parco provinciale italiano. I suoi 335 ettari, oltre ad offrire riparo alla fauna, ospitano anche paludi e boschi umidi, con alberi ed arbusti tipici

Per scoprire il parco e godere a pieno di ogni sua caratteristica, vi è un’ampia offerta di attività che va dall’esplorazione ai più disparati sport. Di questi, quello dalla pratica più antica è di certo il canottaggio: le gare avvengono dal lontano 1893. Anche il Triathlon si aggiunge alla lista, presente da quasi trent’anni, più recenti invece le corse e le escursioni in mountain bike

Alla Società Sportiva chiamata “Lago di Candia Sport”, si affianca l’AssociazioneVivere i Parchi”, sempre pronta ad organizzare seminari divulgativi, visite guidate ed uscite a cavallo.

Per i più temerari c’è il primo parco acrobatico del Piemonte ed uno dei primi in Italia. L’ “Anthares World”, inaugurato nel 2003, è un luogo con nove percorsi emozionanti ma sicuri da percorrere in totale libertà. Potrete arrampicarvi su tigli e platani, percorrere passerelle e ponti sospesi in aria, il tutto in ottima compagnia: gli istruttori vi assisteranno passo dopo passo.

Ed in caso aveste fame, vi è la possibilità d’usufruire dei ristoranti in zona, con ricchi menù tipici!

 

Una perla della tradizione regionale, in particolare di quella agroalimentare!

Visitare Candia significa, quindi, tuffarsi in un mondo di sapori, storie, tradizioni ed accoglienza, poterne apprezzare gli stretti vicoli ed i boscosi scorci

Tra i luoghi di maggiore interesse, presenziano di certo l’isolata ma panoramica Chiesa di Santo Stefano del Monte ed il maestoso Castello di Candia. 

La Chiesa di Santo Stefano è uno spettacolo d’ammirare con il naso all’insù: a 420 metri d’altezza, regna sovrana sulla cima del colle quasi come fosse guardiana del comune. I primi cenni storici risalgono alla prima metà del 1100: questo sacro luogo è testimone secolare della vita del luogo.

Sotto all’antica pavimentazione vi è poi una chicca: la cripta medievale, costruita con materiali di ripiego a seguito del crollo dell’abside centrale. Purtroppo le visite sono effettuabili solo durante le domeniche, in primavera ed estate.

Il Castello di Candia, detto Castelfiorito, nasce ad inizio 1200 e viene ricostruito nell’ ‘800, a seguito di uno smantellamento dovuto a scontri bellici nel Canavese. La costruzione, con i suoi mattoni a vista assume un aspetto disomogeneo, sono però visibili gli spettacolari resti delle antiche mura medievali. 

 

Enogastronomia a Candia: prova il vino!

Candia ha anche una grande storia culinaria: tra rigogliose vigne e frutteti, fauna ed ittiofauna, regala un’abbondante scelta di prodotti della sua terra. I suoi rinomati vini sono in commercio ormai da secoli, i nomi che godono di maggior fama sono il vino Passito e l’Erbaluce. Il luogo è, da più di tre secoli, una potenza anche nel commercio locale di pesce, ciò grazie alle specie introvabili altrove. Uno dei più apprezzati è il luccio, così richiesto da arrivare quasi a sparire: è stato necessario ripopolare le acque del lago, tenendone sotto controllo la riproduzione!

Molti mestieri facenti parte della produzione agroalimentare, sono stati rappresentati in murales che decorano le vie del piccolo comune, raccontando un’umile storia ormai secolare

I fertili terreni accolgono numerosi orti coltivati, pieni di frutta, funghi, ortaggi e molto altro. Ad affiancare la produzione dei prodotti della terra, troviamo salumi e carni (in particolare quella di bovino), oli, formaggi e dolci. Ce n’è per tutti i gusti!

Questo piccolo ma sorprendente comune, le sue specialità ed i suoi abitanti vi attendono nel Canavese!

 

Candia è la perfetta tappa per le vostre vacanze! Ne conoscevate la storia ed i segreti? Fatecelo sapere nei commenti!

Articolo di Flaminia Bucarelli

Iscriviti per ricevere news su Torino

Scopri gli eventi su Torino

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza

[the_ad id=”80262″]