Condividi su
  • 155
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    155
    Shares

‘Canaletto E Venezia’ A Palazzo Ducale dal 23 Febbraio al 9 Giugno 2019 – Biglietti Saltafila

 

Quando?

dal 23 Febbraio al 9 Giugno 2019

Palazzo Ducale accoglie la grande mostra ‘Canaletto e Venezia’, un’esposizione per celebrare l’artista che con le sue vedute ha contribuito a rendere immortale la città sull’acqua e il vivace periodo artistico in cui si è sviluppata la sua arte.

Il percorso espositivo della mostra attraversa le preziose sale dell’Appartamento del Doge e presenta un affascinante spaccato del Settecento veneziano focalizzandosi in modo particolare sulla figura di Antonio Canal. Oltre alle sue opere, potrete ammirare anche alcuni capolavori degli artisti cardine del XVIII secolo tra i quali Luca Carlevarijs, Pietro Longhi, Giambattista Tiepolo e Francesco Guardi.

Prenota il tuo biglietto

Descrizione

Mostra ‘Canaletto e Venezia’

XVIII secolo: un’epoca di grande complessità e profonde trasformazioni, durante la quale hanno visto la luce molteplici cambiamenti nel linguaggio artistico, ma anche nella società, in politica, nell’ideologia e nella tecnica.

Antonio Canal è uno dei principali protagonisti del Settecento veneziano. Pittore ed incisore, è passato alla storia per le suggestive vedute della Serenissima tanto contese tra gli aristocratici inglesi che le acquistavano come souvenir del Grand Tour. La sua capacità di coniugare prospettiva e fantasia, natura ed architettura l’ha reso un artista immortale, ancora oggi in grado di incantare qualsiasi spettatore.

‘Canaletto e Venezia’ si apre presentando uno spaccato del vivace il contesto storico artistico che ha visto nascere e svilupparsi l’arte del Canaletto. All’inizio del Settecento emerge una nuova forma artistica che, spezzando il legame con il Classicismo ed il Barocco, vede il sopravvento del colore sul disegno. Il percorso espositivo della mostra comincia quindi con Luca Carlevarijs, Rosalba Carrera e Pietro Longhi offrendo uno spaccato del panorama artistico veneziano agli albori del XVIII secolo.

La luce conquista una valenza fondante nella pittura grazie alle vedute di Canaletto, che riesce a rappresentare in modo sublime le variazioni della luce nei diversi momenti del giorno, nei cicli di Giambattista Tiepolo, nei quali le figure sembrano fluttuare in spazi rarefatti, e nelle famose incisioni di Giambattista Piranesi.

Il racconto di questo incredibile secolo include anche testimonianze della presenza europea della Serenissima e i viaggi dei suoi artisti, della raffinata arte vetraria di Murano, di oreficeria e della manifattura di porcellane.

Alla fine del secolo si fanno strada Francesco Guardi e Giandomenico Tiepolo, figlio di Giambattista: il linguaggio tremolante e allusivo delle vedute di Guardi si allontana dalle solari certezze del Canaletto per evocare una Venezia in disfacimento; Tiepolo, invece, mette in scena un gruppo di irriverenti Pulcinella, tutti liberi ed uguali sostituendo il tempo del vivere felice e ‘aristocratico’.

‘Venezia e Canaletto’ si conclude con l’affermazione del Neoclassicismo e con la figura di Antonio Canova.

**Le opere presenti nella galleria fotografica di questa pagina potrebbero non essere esposte nella mostra ‘Canaletto e Venezia’.

Orari?

  • Dal 1 novembre al 31 marzo: dalle 8.30 alle 17.30 (ultimo accesso alle 16.30)
  • Dal 1 aprile al 31 ottobre: dalle 8.30 alle 19.00 (ultimo accesso alle 18.00)

Dove?

Palazzo Ducale (Ve)

Iscriviti gratis per ricevere news su Venezia

Prenota un Hotel

Contattaci per assistenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *