Assessment, hai le carte in regola? - Scopriamolo con Oj Eventi

Assessment, hai le carte in regola?

Assessment

Assessment, hai le carte in regola?

 

Assessment

Assessment

Parliamo di assessment per indicare la valutazione di un soggetto sottoposto ad un test o ad una prova. Solitamente questa tecnica viene utilizzata nei colloqui di lavoro oppure ogniqualvolta serva una valutazione obiettiva sulle qualità di un gruppo di candidati.

Assessment di gruppo o individuali

A seconda del colloquio e del suo scopo, possiamo prendere parte ad assessment di gruppo oppure individuali. In tutti i casi dobbiamo essere consapevoli di poter dare il meglio di noi, di metterci in gioco e far risaltare le nostre capacità.

Ecco alcuni consigli utili:

  • Ricorda le qualità richieste dal ruolo
  • Dai il meglio di te
  • Sei lì per far decollare il team non per competere
  • I tuoi limiti usciranno fuori in alcuni contesti? Come puoi mitigarli?
  • Sappi che sarai messo in condizioni di stress, conosci te stesso e le tue reazioni
  • Il problem solving fa parte delle tue qualità?
  • Cosa puoi trarre da quest’esperienza? Sarà interessante poi condividerlo con gli organizzatori

Cosa distingue l’assessment da un colloquio classico?

In questa occasione non si esamina esclusivamente il curriculum dei candidati, bensì ci troviamo di fronte ad una vera e propria simulazione di vita reale! Questo perché coloro che valutano sono interessati alle reali capacità dei concorrenti, si vuole vedere come lavorano in condizioni di stress, come risolvono i problemi e classificano le priorità. Sono molti i test che permettono di scovare le qualità e i limiti dei partecipanti, starà agli organizzatori capire quale fa al caso loro.

Ricordiamoci quindi lo scopo del colloquio: valutare le reali capacità. Da partecipanti dobbiamo tenere sempre a mente questo scopo e prepararci per dare il meglio di noi. Siamo consapevoli delle nostre mancanze e dei nostri limiti, ma sappiamo anche di poterci lavorare sopra, di poter avere una reazione diversa. Ed è proprio qui che inizia la crescita. Diamoci la possibilità di provarci, di cambiare, di non focalizzarci sul “non lo so fare”.

Come spiccare in un assessment di gruppo?

Per non passare inosservati dobbiamo prepararci. Studiamo il ruolo in questione, le relative responsabilità e i relativi compiti. Immaginiamo i problemi della quotidianità e come possiamo risolverli. Impariamo la composizione del team, a chi possiamo delegare e come possiamo suddividere i compiti? Come possiamo organizzare al meglio le risorse disponibili?

Raccogliamo informazioni sull’azienda, studiamone la mission e la storia! Questo ci permetterà di capire davvero quello che stanno cercando. Ora focalizziamoci sui nostri limiti: come possiamo evitare che essi diventino un ostacolo nel raggiungimento dell’obiettivo? Come possiamo usare i nostri limiti per migliorare? Ricordiamoci sempre che nessuno è perfetto, ma una persona di successo e un valido candidato hanno in comune una cosa: non hanno mai mollato e non sono mai caduti nella auto-commiserazione. Una volta che abbiamo lavorato sui nostri limiti, torniamo a concentrarci sui nostri pregi. Chiediamoci : “quali mie qualità sono perfette per questo ruolo? Perché sono il candidato ideale?”

Dobbiamo in primis convincere noi stessi!

Una volta che ci avremo dedicato il giusto impegno e la giusta volontà, saremo più sicuri di noi e sapremo affrontare le sfide che ci verranno proposte con il giusto entusiasmo. Probabilmente, anche nonostante la migliore preparazione, proveremo ancora paura e qui entra in gioco una nostra grande responsabilità: non respingerla. La paura ci aiuta a migliorare, a non rimanere fermi nelle nostre convinzioni. Resta con la paura ed accettala, nella consapevolezza che la proviamo tutti. Alcuni però riescono a trasformarla in azione e a creare qualcosa di incredibile. Non esistono regole prefissate per fare una bella impressione, esiste però la preparazione, lo studio, il mettersi in gioco e il non mollare!

Hai partecipato da poco ad un assessment e vuoi raccontarci la tua esperienza? Condividi l’articolo con gli amici e torna a trovarci!

Mary Stachie

Iscriviti per ricevere news

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza