Arco della Pace: una delle più antiche porte di Milano - Oj Eventi

Arco della Pace: una delle più antiche porte di Milano

Arco della Pace

Arco della Pace: una delle più antiche porte di Milano

 

Arco della Pace

Arco della Pace

Arco della Pace – Tra le numerose e apprezzate bellezze di Milano, ce n’é una che non passa mai inosservata. Qual é? L’Arco della Pace ovviamente! Scopriamone di più!

 

Dalla Vittoria alla Pace

Progettato dal marchese e architetto Luigi Cagnola, il primo Arco fu eretto come costruzione temporanea nel 1806. Tale costruzione aveva lo scopo di festeggiare l’arrivo a Milano dei novelli sposi Augusta di Baviera ed Eugenio di Beauharnais, figlio adottivo di Napoleone. Realizzato in tela, gesso e legname, l’arco effimero era situato lungo l’allora Corso di Porta Orientale, oggi noto come Corso Venezia. Dato        l’enorme successo riscosso tra i milanesi e i turisti stranieri, il Consiglio di Milano decretò l’immediata costruzione di un secondo arco. Anche questa volta i lavori furono diretti dal Cagnola, seppur con la supervisione di alcuni colleghi tra cui Domenico Moglia, Nicola Pirovano, Francesco Peverelli e Bai Gio Battista.

Concepito come Arco della Vittoria, questo nuovo Arco volle essere celebrazione della  vittoria francese durante la battaglia di Jena, combattuta nel 1806 contro l’esercito di Prussia. Il progetto venne però abbandonato all’indomani della caduta del Regno Italico ed in seguito all’ascesa del dominio austriaco in Italia. Bisognerà aspettare il 1826 e l’arrivo di Francesco I d’Austria che ne ordinò il completamento perchè, all’alba del 1838, sia effettivamente inaugurato l’’‘Arco della Pace’. Come suggerisce il nome, il nuovo monumento voleva celebrare la pace fra le nazioni europee raggiunta con il Congresso di Vienna del 1815. Ottenuta la vittoria di Magenta, l’8 giugno 1859 Napoleone III e Vittorio Emanuele II fecero quindi il loro ingresso trionfale a Milano passando sotto l’Arco. Il suo potere simbolico è senz’altro forte, tanto che anche oggi è il simbolo di indipendenza del capoluogo meneghino.

 

L’Arco della Pace oggi

Situato alle spalle del Castello Sforzesco o più precisamente nel centro di Piazza Sempione, l’Arco della Pace è uno dei maggiori monumenti neoclassici di Milano. Ma consideriamo un po’ più nei dettagli la struttura. Si tratta di un maestoso monumento alto 25 metri e largo 24, interamente realizzato in granito di Baveno e marmo di Creola d’Ossola. Ai suoi lati si trovano anche i cosiddetti Caselli daziari eretti nel ‘700 per evidenziare il confine tra l’area urbana e la campagna.

Tutta la struttura dell’Arco è finemente decorata ed ingentilita da statue e fregi. Nella parte più alta troneggia un gruppo di statue in bronzo raffiguranti la sestiga della pace trainata da quattro vittorie a cavallo.  Sul fronte sono invece rappresentate le personificazioni dei fiumi Po, Ticino, Adda e Tagliamento. Nella parte superiore ed ai lati dell’arco sono stati incisi i nomi dei caduti della Seconda e della Prima Guerra mondiale e nel pieno centro dell’attico si trova poi la grande lastra con la dedica a Vittorio Emanuele II, affiancata da due bassorilievi con militari.

Insieme ai due Caselli daziari, l’Arco della Pace definisce Porta Sempione, una delle 5 più antiche Porte di Milano. Sia per la bellezza che per il grande valore storico vale davvero la pena farci un giro!

 

Come Arrivare

Data la sua posizione centrale l’Arco della Pace é facilmente raggiungibile con i seguenti mezzi:

  • in Metropolitana: prendendo la M1 (Linea Rossa) e scendendo alla fermata ‘Cairoli Castello’, oppure prendendo la M2 (Linea Verde) e scendendo alla fermata Cadorna.
  • in Bus: prendendo i numeri 43, 61 o 94 e scendendo alla fermata Cadorna.
  • in Tram: prendendo i numeri 1, 10 o 19 e scendendo alla fermata Arco della Pace.

E a te, che effetto fa l’Arco della Pace visto da vicinoRaccontaci le tue impressioni!

 

Scrivici qui sotto cosa ne pensi e se ti piace l’articolo Condividilo!

Articolo di Ilaria Cantarini

Iscriviti per ricevere news su Milano

Entra nella nostra chat telegram

Scopri gli eventi su Milano

Contattaci per assistenza