Albinea: Borghi castellani da scoprire - Oj Eventi

Albinea: Borghi castellani da scoprire

Albinea

Albinea: Borghi castellani da scoprire

Continuando ad affrontare il nutrito capitolo dei borghi castellani della Provincia di Reggio Emilia, corre l’obbligo di inserire nella disamina, effettuata sull’argomento, il comune di Albinea. All’interno della città come in alcune frazioni si possono contemplare castelli e fortificazioni dal fascino indiscusso. Raffinata cittadina aristocratica, Albinea è posta in zona Matildica, ai piedi dell’appennino Reggiano. L’elevato valore paesaggistico di Albinea si unisce alla copiosità degli edifici di pregio artistico: Castelli, Ville storiche e chiese incorniciano la vista sull’ambiente naturale.

 

Pillole di memoria di vita vissuta, la terapia di Albinea

Intorno ad Albinea si possono esporre le medesime premesse fatte su altri comuni della zona, quali Castellarano, Casalgrande. I ritrovamenti di resti farebbero presumere la presenza di insediamenti già dalla preistoria. Dubbia sembrerebbe l’origine del toponimo, molteplici sono i termini dai quali ipoteticamente potrebbe trarre la propria derivazione (dal ligure “alb”, ‘altura’, o da “albineis”, termine con il quale le popolazioni liguri sembra indicassero gli abitanti del Subappennino, o forse dal gallico “ak penn” o “benn”, ‘catena di monti’). A far data dalla II metà del 1300 e fino alla I metà del 1700 fu annessa al feudo dei Manfredi e durante quegli anni fu scossa da una battaglia devastatrice tra le truppe spagnole e quelle guidate da Farnese da Scandiano. Durante l’invasione napoleonica Albinea fu frazionata e incorporata al territorio dei comuni confinanti. Solo nel 1859 verrà realizzato l’odierno assetto territoriale.

Ludovico Ariosto ad Albinea

Le sue vicende si arricchiscono di ulteriori tasselli storici collegati alla guerra di liberazione. Le ville Calvi e Rossi, presidio prescelto dai tedeschi, fu attaccato dai partigiani. Vi è un aspetto che accomuna Albinea con un altro comune della provincia di Reggio Emilia, Castelnuovo ne’monti. Entrambi accolsero nel proprio territorio autori che hanno fatto la storia della letteratura italiana. Durante il rinascimento ad Albineo, nel borgo di Montericco, si registrò un’importante presenza: il poeta Ludovico Ariosto. Egli fu investito dei benefici ecclesiastici in qualità di “Chierico Rettore di S. Maria dell’Uliveto”. Probabilmente da queste terre ricavò l’ispirazione per la composizione di una delle sue notorie opere, ossia l’Orlando Furioso. Tutt’oggi Albinea non riesce a resistere al fascino della poesia, organizzando alcune manifestazioni culturali sulle quali torneremo nei paragrafi che seguono.

 

Albinea arte da esportare: Castelli, Ville storiche, Chiese. Ricchezze da portare nel proprio bagaglio!

Sull’argomento “monumenti” in questo comune abbiamo davvero l’imbarazzo della scelta

A volter proseguire in un tragitto con visite a città della medesima area geografica con caratteri comuni troviamo ancora tantissime località ricche di Castelli oltre a chiese ed alle Ville di inestimabile valore storico.

Madonna dell'Uliveto

Madonna dell’Uliveto

Sono presenti Castelli ad Albinea come nelle frazioni. Sia il Castello di Albinea che quello di Montericco sono da  vedere solo esternamente in quanto abitazioni private. Si conservano meravigliosamente le Pievi Benedettine del XI secolo e le molte Ville costruite nei secoli scorsi dalle più importanti famiglie reggiane. Possiamo citare tra queste la neoclassica Villa Moratti, la superba Villa Tarabini Viganò, depositaria, nel sottotetto, dell’Acetaia comunale. Belle nella stessa misura e romanticamente affascinanti Villa Calvi, del XVIII secolo e Villa Arnò, del XIX secolo. In questo frangente vale la pena di fare un breve passaggio relativamente ad una manifestazione culturale. Questa ultima struttura funge, nella stagione estiva, da sede di un’importante rassegna musicale jazz, Albineajazz. Inoltre, palcoscenico di un importante episodio storico, fu la Villa Sidoli-Rossi. Essa divenne celebre per l’attacco, durante la guerra mondiale, dei paracadutisti inglesi e russi, affiancati da partigiani. Si narra che fu presa di mira una sezione dell’edificio appartenuta a Giuditta Sidoli, eroina risorgimentale reggiana.

 

La Chiesa Santa Maria dell’Uliveto

Si dice che Giuseppe Mazzini frequentasse la sua abitazione al tempo della “Giovane Italia”. A Montericco, antico borgo del comprensorio di Albinea, è presente una preziosa struttura ecclesiastica:                    la Chiesa di S. Maria Dell’Uliveto. Di questo edificio di culto si ha notizia già intorno all’anno mille, ma non sono escluse origini più remote. La Chiesa custodisce pregevoli dipinti di Lionelllo Spada e della sua scuola raggiana, benché alcuni si siano deteriorati a causa degli eventi. Ciononostante, rimane intatta la parte più interessante delle sue mura. Il maestoso affresco che copre tutto il catino absidale, realizzato presumibilmente nella seconda metà del Cinquecento, al momento sottoposta ad un intervento di recupero.

 

Sensibilità artistica – culturale ed ambientale di Albinea

Come tutti sappiamo, di recente l’Emilia-Romagna è stata funestata da una terribile alluvione che ha messo veramente in ginocchio le imprese agricole presenti in loco. In questo ambito mi preme fare un cenno sintetico alla particolare sensibilità che il comune ha avuto riguardo ai problemi ambientali. Il 31 maggio, di fatti, l’amministrazione incontrerà gli esperti per trovare soluzioni rispetto al cambiamento climatico, agli influssi sull’agricoltura e alla gestione delle risorse idriche. Due importanti manifestazioni culturali da attenzionare sono la sagra del lambrusco e la fiera della fola.

La prima fiera, che avrà luogo la terza settimana di giugno, è un evento che negli anni si è evoluto ed oggi ha l’importante ruolo di promuovere e far conoscere le aziende operanti in loco e le eccellenze agroalimentari. La fiera della fola, che si tiene nella prima settimana di settembre, si svolge per le strade della città nelle quali verranno allestite bancarelle e tenuti degli spettacoli. In chiusura di questo articolo faccio un rapido passaggio per parlare della passione verso la poesia del Comune di Albinea. Un evento interessante, abbastanza giovane, è rappresentato dal concorso di poesia che viene organizzato dal circolo Albinetano e che è già giunto alla VI edizione. Le adesioni possono pervenire da tutti i residenti della provincia di Reggio Emilia e gli elaborati devono essere realizzati seguendo precise indicazioni fornite per la relativa composizione.

 

Avete colto il nostro suggerimento? Avete provato ad esplorare Albinea? Che tipo di esperienza avete fatto? Rendeteci partecipi!

Articolo di Ada Maccarrone

 

Iscriviti per ricevere news su Reggio Emilia

Scopri gli eventi su Reggio Emilia

Entra nella nostra chat telegram

Contattaci per assistenza