Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Accademia Belle Arti di Firenze, un luogo d’arte e di cultura

 

Accademia Belle Arti Firenze
Accademia Belle Arti Firenze

Nel centro della penisola si trova la splendida Accademia di Belle Arti di Firenze. Firenze è un patrimonio italiano invidiato in tutto il mondo. La sua ricchezza di storia, di arte e di cultura non è seconda quasi a nessun altro luogo. Il numero di musei che ospita e la loro risonanza sono di grandissima importanza. E non solamente per la regione, ma per tutto il Bel Paese. Tra queste meraviglie svettano anche dei luoghi di studio appunto, gli studenti e gli esterni si ritrovano circondati da anni e anni di storia dell’arte e dell’Italia.

In particolare, uno dei posti più caratteristici è proprio l’Accademia di Belle Arti. Caratterizzata da una storia secolare, nel corso del tempo è cambiata davvero molto. Per esempio, inizialmente non si trattava neppure di un’accademia. E neppure si trovava nell’edifico in cui siamo abituati a vederla al giorno d’oggi. Come quella della città, la storia dell’accademia è decisamente interessante.

L’Accademia di Belle Arti di Firenze nel tempo

Il concetto di accademia come lo intendiamo noi oggi è nato attorno a metà 1500. Prima di quel periodo si parlava ancora di corporazioni dei mestieri della città. Per partire dal principio, è proprio dal 1300 che esiste l’associazione della Compagnia dei Pittori. Quando poi nel XVI secolo il Vasari creò la vera e propria Accademia delle Arti e del Disegno, i nomi che vi furono associati erano della portata di Michelangelo Buonarroti.

La modernizzazione che ha dato origine alla struttura che si conosce oggi arriva nel 1700. L’allora Granduca di Toscana decise, a fine secolo, di spostare l’accademia. Si trova ancora in quell’edificio, l’ex ospedale di San Matteo di Firenze. Da questo momento l’accademia di Belle Arti di Firenze non smette mai di arricchirsi di opere. Grandissimi nomi poi han transitato al suo interno, come docenti o studenti prima di raggiungere la fama che oggi li accompagna. Alcuni di questi nomi, riconosciuti in tutto il mondo, sono Jacques-Louis David e i macchiaioli Silvestro Lega e Giovanni Fattori.

La ricchezza dell’accademia

Come già accennato l’accademia vanta un enorme patrimonio artistico. Lo possono notare gli studenti che ogni giorno passano accanto ad opere d’arte meravigliose. Ma lo vedono anche i turisti, che possono godere di una visita all’accademia accompagnata da uno sguardo alla sua galleria. Le opere di arte antica e moderna che sono state raccolte negli anni sono veramente numerose. Oltre a rendere ricchissima la Galleria dell’Accademia portano lustro anche alla Galleria di Arte Moderna di Palazzo Pitti. Nella raccolta di opere della Pinacoteca allestita appositamente, ci sono alcune chicche che portano a Firenze turisti da tutto il mondo. Ad esempio possiamo trovare il Ratto delle Sabine del Giambologna. La dolcezza delle sue forme rende quasi impossibile credere che si tratti di una fredda scultura.

Altre possibilità per immergersi nella storia dell’arte e restare affascinati sono rappresentate dalla biblioteca e dall’archivio storico dell’accademia. Contengono una gran varietà di edizioni rare. Per non parlare della raccolta di stampe antiche. Anche qui i nomi di cui è possibile trovare tracce sono veramente importanti. Il catalogo infatti vanta documenti che ripercorrono tutta la vita dell’accademia, partendo dal principio e arrivando a noi.

L’Accademia di Belle Arti di Firenze si trova nel centro storico della città, in via Ricasoli. A pochi passi da luoghi famosissimi quali le basiliche di San Lorenzo e di Santa Maria Novella, è semplice da raggiungere. Se per esempio ti trovi in città per visitare i più famosi centri di cultura, non puoi non aggiungerla al tuo itinerario. Che invece potrebbe proprio partire da qui! Contiene storia, bellezza e eccellenze del nostro Paese. Quindi perché non aprire la giornata iniziando dall’Accademia?

Facci sapere con un commento qui sotto che cosa ne pensi della proposta!

Articolo di Lucia Ferrari

Iscriviti gratis per ricevere news su Firenze

Dove dormire?

Dove mangiare?l

Trasporti?

Contattaci per assistenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *